Wind

Nelle ultime ore il brand Wind, dell’operatore congiunto Wind Tre, ha comunicato attraverso una pagina ufficiale del proprio sito che, a partire dal prossimo 12 gennaio 2020, il periodo di fatturazione del conto telefonico non sarà più bimestrale.

Nella nota l’operatore ha scritto che il conto telefonico bimestrale sarà sostituito da quello mensile. Ha tenuto inoltre a precisare che questa modifica non modificherà anche il prezzo dell’offerta, che rimarrà invariato. Ecco tutti i dettagli.

 

Wind: basta conto telefonico bimestrale, arriva quello mensile

Ecco la dichiarazione ufficiale e completa fornita dall’operatore: “Gentile cliente, al fine di rendere la consultazione del conto telefonico Wind più chiara e semplice, a partire dal pagamento del 12 gennaio 2020, il conto telefonico Wind sarà mensile anticipato anziché bimestrale, fermo restando il prezzo dell’offerta del tutto invariato. Per ragioni tecnico operative, il passaggio al conto telefonico mensile potrà dar luogo ad un conto telefonico di raccordo, di durata più breve ed importo inferiore rispetto all’attuale conto telefonico bimestrale“.

Ha continuato dicendo: “Le ricordiamo che, se non l’avesse già attivato, Wind mette a disposizione del Cliente il servizio e-conto by mail, per ricevere in modo puntuale e gratuito, la fattura in formato elettronico direttamente nella sua casella e-mail. Grazie al servizio gratuito di e-conto by mail, potrà visualizzare e scaricare la fattura anche da smartphone o Tablet eliminando l’inutile accumulo di carta e contribuendo attivamente alla sostenibilità e salvaguardia dell’ambiente, con il vantaggio di risparmiare sui costi di spedizione del cartaceo. Per ulteriori informazioni, può contattare il servizio clienti“.

Ricapitolando, tutti gli utenti che pagano con domiciliazione bancaria, pagheranno 12 volte all’anno invece che 6 volte. Gli utenti che invece preferiscono il bollettino postale, potrebbero subire un aumento annuale relativo alle eventuali commissioni previste per questo servizio.