I conducenti di Tesla saranno presto in grado di emettere suoni poco convenzionali tramite il loro clacson.

Il CEO dell’azienda Elon Musk domenica ha preso in considerazione un’opzione imminente per personalizzare i suoni del clacson e movimento.

“Le noci di cocco ci saranno, ovviamente“, ha twittato, alludendo al film Monty Python e al Santo Graal, in cui l’assistente di King Arthur usa due metà del frutto tropicale per simulare i battiti di un cavallo inesistente.

Musk ha usato il vento che soffia e gli emoji di capra per indicare flatulenza e il “belare”. Perché uno degli imprenditori più importanti del mondo ha ancora l’animo di un ragazzino.

Tesla: le nuove possibili preferenze e il limite per emettere i suoni

L’elenco completo dei rumori alternativi non è ancora disponibile.

La società prenderà in considerazione la possibilità per i proprietari di veicoli di caricare le proprie clip audio.

Leggi anche:  Elettrico, idrogeno e nucleare: ecco il futuro delle automobili

All’inizio dell’anno scorso, la National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) ha annunciato i requisiti per le “auto silenziose” per emettere un suono di avvertimento specifico quando si sposta a velocità inferiori a 20 mph.

Ma l’agenzia sta valutando di ammorbidire le regole per consentire una serie di avvisi da cui i conducenti possono selezionare le loro preferenze.

L’aggiornamento del software V10 del produttore apparentemente è fornito con un uovo di Pasqua a tema. Individuato per la prima volta dal proprietario del Model 3 Iwan Eberhart.

Quando l’automobilista svizzero, che ha chiamato la sua auto “Il coniglio di Caerbannog” in onore di una delle più grandi gag del Santo Graal, seleziona “Monty Python” nella sezione video della Tesla, viene reindirizzato su un canale YouTube dedicato alla commedia, di cui Musk è un appassionato.