Truffe Online

Un nuovo tipo di truffe si sta velocemente diffondendo sulle linee telefoniche appartenenti ai correntisti dei maggiori istituti bancari italiani. Nelle ultime ore, infatti, molti utenti sono stati allarmati da dei messaggi (ovviamente) falsi e fintamente inviati da mittenti come BNL, Unicredit, Intesa SanPaolo.

Senza ombra di dubbio, ancora una volta, ci troviamo davanti ad un chiaro esempio di smishing che altro non è che il phishing però attraverso SMS. I consigli legati alla propria salvaguardia sono sempre gli stessi, ma vediamo nei dettagli un chiaro esempio di questo fenomeno al fine di poterlo riconoscere più prontamente e non cadere nella trappola.

BNL, Unicredit e Intesa Sanpaolo vengono utilizzate per atturare truffe agli utenti

La nuova ondata di truffe che si sta diffondendo attraverso gli sms, riporta caratteristiche analoghe a quelle effettuate via posta elettronica. Affermando ciò, intendiamo dire che tali tentativi di truffa spingono come al solito il correntista ad agire in maniera frettolosa, senza pensare a freddo a ciò che sta accadendo. Così comportandosi, i cyber criminali che mettono in atto tali truffe riescono nella maggior parte delle volte a portarla al termine ma, prestando un po’ di attenzione, ogni tipo di rischio può essere eliminato in maniera facile e indolore.

Come possiamo vedere dalla foto sopra riportata, il messaggio inviato (questa volta da un finto contatto BNL) avvisa il cliente che il proprio conto è stato sospeso. Analogamente a quest’ultimo, molti SMS posseggono come oggetto la sospensione della carta, la sospensione della ricezione di un bonifico o altri avvenimenti che nella realtà sarebbero più o meno gravi.

Al fine di non mettere a rischio i propri risparmi e i propri dati personali, il consiglio più indicato in questi casi è quello di non aprire per qualsiasi ragione il link in allegato. In aggiunta a ciò, eliminare il messaggio bloccando il mittente potrebbe essere un secondo passo al fine di non essere più ricontattati per gli stessi motivi.