Huawei non è solo impegnato a sviluppare il proprio sistema operativo per sostituire potenzialmente Android, ma ha anche un servizio di mappe interno in cantiere, secondo i rapporti.

Sulla base dei report di China Daily, il servizio di mappe è rivolto agli sviluppatori di software più che agli utenti finali. Le app che offrono indicazioni dettagliate, le chiamate e strumenti simili saranno in grado di trarne vantaggio.

Huawei, il servizio di mappe si chiamerà Map kit

Il nuovo servizio si chiama Map Kit, a quanto pare. Includerà il supporto per i rapporti sul traffico in tempo reale e funzionalità di realtà aumentata (forse simile ai livelli AR che sono stati aggiunti di recente in cima a Google Maps).

Il servizio internet russo Yandex fornirà adHuawei la maggior parte dei dati di mappatura di cui ha bisogno. Questi verranno aggiunti ai dati prelevati dall’infrastruttura che Huawei ha già in atto.

È un’altra svolta interessante nei tentativi in ​​corso di Huawei di mettere in atto una rete di sicurezza. Questo nel caso in cui perdesse l’accesso alle app e ai servizi di Google, cosa che potrebbe ancora verificarsi a seguito dell’attuale ostilità commerciale tra Stati Uniti e Cina.

Leggi anche:  Huawei Assistant è ufficiale con i nuovi Mate 30 e Mate 30 Pro

Nelle ultime settimane sembra che la posizione degli Stati Uniti nei confronti di Huawei si sia attenuata. Tuttavia sembra che il colosso tecnologico cinese voglia prepararsi al peggio, per ogni evenienza.

La realizzazione di un servizio di mappatura completo è tuttavia una grande sfida. Google e Apple restano i principali protagonisti degli smartphone delle persone, aggiungendo regolarmente nuove informazioni alle loro mappe e guidando flotte di auto in tutto il mondo per catturare immagini di street view.

A seconda di come si sviluppa la relazione Huawei-Google da qui, potrebbe passare un po ‘di tempo prima che appaia Huawei Map Kit.