pokemon go

La compagnia dei creatori di Pokémon ha scioccato gran parte del mondo lo scorso fine settimana ospitando il primo torneo PvP competitivo Pokémon Go ufficiale al suo evento di punta, Worlds, a Washington D.C.

L’evento ha visto otto giocatori invitati da The Pokémon Company, che comprendeva le leggende Pokémon Junichi Masuda e Shigeki Morimoto, prendere parte a un piccolo torneo su  per dare il via ai nuovi festeggiamenti .

Dopo aver visto l’evento svolgersi, non si può fare a meno di pensare che sia stato il modo di The Pokémon Company di misurare l’interesse per il gioco per eventuali competizioni future. Dopotutto, in un ambiente di e-sport mobile in cui giochi come Arena of Kings, PUBG e Clash Royale sono in forte espansione, i Pokémon sono stati prevedibilmente lenti a essere coinvolti negli eSport  con il suo titolo di punta Pokémon Go.

Dopo la fine del torneo, Dot Esports ha parlato con il vincitore, Kieng “PogoKieng” Iv del torneo e delle sue speranze per il futuro. PogoKieng è stato molto eloquente quando si tratta di spingere Pokémon Go come titolo del momento.

Leggi anche:  Pokemon GO: le aspettative per questo autunno e nuovo crossover in vista?

Parole giuste, vedremo la risposta dell’azienda

 

Il 16 agosto ai Campionati Mondiali Pokémon, PoGoKieng è diventato il primo campione di Pokémon Go Invitational dopo aver battuto il Poké AK 3-0 nelle finali.

Un umile campione, PoGoKieng non era in fase di prendere il titolo. “Sono più eccitato che le battaglie siano state divertenti”, ha detto PoGoKieng a Dot Esports. “Abbiamo creato una grande vetrina per i PvP.”

PoGoKieng era più elettrizzato all’idea di partecipare all’evento che vincerlo. Dopotutto, non si può negare che il layout del torneo, così come il flusso è stato presentato, serve da grande pubblicità per chi potrebbe essere interessato ad un campionato competitivo e a partite PvP in streaming.

PoGoKieng ha affermato che l’evento ha dimostrato che Pokémon Go PvP è “molto promettente”, ma crede ancora che ci sia molto lavoro da fare.

“Abbiamo bisogno di un maggiore sostegno da parte di Niantic e da parte di Pokemon sarebbe molto utile in aggiunta al grande lavoro che Silph Arena, GoStadium Discord e altri stanno facendo per sviluppare la scena competitiva”, ha affermato PoGoKieng.