FiscoUna nuova ondata di controlli colpisce tutti i conti correnti appartenenti agli  italiani e in particolar modo ai soggetti con i conti aperti presso Unicredit, Intesa Sanpaolo, BNL. secondo quanto comunicato dal fisco, questa azione è stata intrapresa per abbattere una volta e per tutte l’evasione fiscale.  Attraverso un nuovo strumento, quindi, le ricchezze del popolo italiano verranno messe sotto controllo.

Fisco: ecco come avverano i controlli per individuare l’evasione fiscale.

I primi conti correnti ad essere analizzati saranno quelli di Intesa SanPaolo e BNL , successivamente sarà il turno di quelli degli italiani che posseggono un conto acceso  presso l’Istituto bancario  UniCredit. Per effettuare questa operazione, il Fisco assieme all’Agenzia delle Entrate e alla Guardia di Finanza ha adottato un nuovo strumento.

Denominato risparmiometro, quest’ultimo consente di analizzare le  entrate e le uscite presente su diversi Conti per poi metterle a confronto e individuare delle forme di evasione. Il Fisco ha affermato che nel momento in cui, un discostamento pari o superiore al 20 percento venga  rilevato, dei controlli più specifici verranno effettuati. Come mai? Beh, perché il nuovo tool adottato dall’Amministrazione Finanziaria altro non fa che basarsi su un principio semplicissimo: quanto si dichiara attraverso i documenti idonei, si possiede. 

Al fine di non commettere nessun tipo di errore, il risparmiometro sarà accompagno da dei controlli incrociati, questa volta effettuati dal un personale umano. Segnaliamo infine, che l’evasione fiscale non é commessa solo dai più ricchi e proprio per questo motivo, i sopracitati controlli avverranno a tappeto e senza un target ben preciso.