Facebook

Negli ultimi giorni si è parlato molto del social network Facebook, per la multa ricevuta dalla Federal Trade Commission in seguito alle indagini sullo scandalo Cambridge Analytica di ormai un anno fa.

La multa ricevuta, come detto anche qualche giorno fa, nonostante sia la più alta mai ricevuta da un’azienda hi-tech, non sembrerebbe spaventare il colosso di Menlo Park. Ecco tutti i dettagli.

 

Facebook non è spaventato dalla multa di 5 miliardi di dollari

Come annunciato precedentemente qualche giorno fa il social network Facebook ha ricevuto una multa molto cospicua. Ad oggi però sembra che 5 miliardi di euro non spaventerebbero la piattaforma. David Cicilline, Il presidente della commissione antitrust della camera alla Federal Trade Commission dopo questa decisione ha espresso il suo parere.

Ecco le sue parole: “Avete fatto un regalo di Natale a Facebook con cinque mesi di anticipo, la multa di 5 miliardi è uno schiaffetto al polso“. La Federal Trade Commission accertato che Facebook ha violato i dati personali di oltre 87 milioni di utenti. Così facendo la piattaforma ha contravvenuto ad un accordo del 2011 con la Federal Trade Commission sulla protezione della privacy.

Il presidente della commissione antitrust si è probabilmente espresso in questo modo perché Facebook è una piattaforma che ha dei guadagni imparagonabili a tutte le altre piattaforme esistenti, nonostante abbia ricevuto una multa così elevata. A questo punto possiamo solo concludere sperando che Mark Zuckerberg abbia capito l’errore già commesso cercando di non ripeterlo mai più.