I clienti dei principali operatori telefonici italiani sembrano non trovare più pace. Dopo le rimodulazioni entrate in vigore nelle scorse settimane e che hanno riguardato alcuni utenti TIM, Wind, Tre e Vodafone, l’operatore rosso e Fastweb comunicano nuovi aumenti. Scopriamo tutti i dettagli in questo articolo.

Rimodulazioni tariffarie: Vodafone e Fastweb comunicano nuovi aumenti

Vodafone ha di recente informato i clienti che, a partire dal prossimo 28 Luglio, una nuova serie di rimodulazioni tariffarie coinvolgerà alcune offerte di rete mobile.

Nello specifico, le modifiche interesseranno i clienti con un’offerta Special 1000 7GB, Special Minuti 50GB, Special 1000 4GB, Special 1000 3GB, Special 2GB, Special 20GB, Special 30GB, Special 1000 5GB Special Unlimited attivata sulla SIM. Le offerte appena elencate, a partire dal primo rinnovo successivo al 28 Luglio, subiranno un aumento di 1,98 euro al mese.

Le rimodulazioni indette da Vodafone, però, arriveranno anche per alcuni clienti di linea fissa. In particolare, a partire dal 23 Luglio, alcune offerte subiranno un aumento di 2,99 euro al mese, ma ancora non è chiaro quali siano le tariffe coinvolte.

Una ulteriore serie di rimodulazione è prevista poi per il mese di Agosto. Dalla sezione Vodafone Informa del sito ufficiale, infatti, si legge che a partire dalla prima fattura emessa dopo l’1 Agosto il costo di alcune offerte di rete fissa subirà un aumento mensile di 0,89; 0,99; 1,00; 1,09; 1,24; 1,49; 1,50; 1,99; 2,09; 2,39; 2,48; 2,49; 2,50; 2,59; 2,60; 2,89; 2,98; 2,99; 3,09; 3,48; 3,49; 3,59 o 3,99 euro. Al momento non si hanno informazioni relative alle offerte coinvolte dall’aumento.

Non solo Vodafone: gli aumenti arriveranno presto anche per alcuni clienti Fastweb di rete fissa. L’operatore ha infatti di recente comunicato che a partire dal 1 Agosto alcune offerte di telefonia fissa (delle quali, però, ancora non si sa nulla a riguardo) subiranno un aumento variabile.

Una delle offerte coinvolte dalle rimodulazioni è INTERNET+TELEFONO, per cui per alcuni clienti è stato previsto un aumento di 1,29 euro al mese, mentre per altri un rincaro di addirittura 4 euro.