smartphone dipendenza

Gli smartphone hanno sempre un ruolo più rilevante nella vita del singolo consumatore soprattutto grazie alle sue innumerevoli potenzialità; con la tecnologia all’avanguardia di oggi, con dei semplici click i consumatori possono effettuare innumerevoli operazioni: dai pagamenti online a videochiamare un’altra persona dall’altra parte del mondo.

Insomma, molti sono i consumatori che non si staccano dal loro smartphone neanche per un secondo e in certi casi è più una dipendenza; si tratta, di un fenomeno da non sottovalutare perché potrebbe essere molto rischioso per la propria salute.

Dipendenza da smartphone: ecco quali sono i rischi

C’è un termine ben preciso che indica la dipendenza da smartphone, nomofobia, la paura di rimanere disconnessi dalla rete mobile; non si tratta solo di una semplice dipendenza perché con il passare del tempo potrebbe portare danni al corpo umano, sia fisici che mentali.

Innanzitutto la luce del display è molto pericolosa perché si tratta di una luce blu che per gli occhi non è affatto piacevole; stare sempre al telefono potrebbe essere la causa di forti mal di testa o di insonnia, per non parlare dei problemi che causa agli occhi: affaticamento e arrossamento.

In secondo luogo, anche stare sempre con la testa abbassata sullo smartphone non fa bene alla postura del corpo umano; il consumatore potrebbe lamentarsi di cervicale e dolori alla schiena che a lungo andare potrebbero aggravarsi.

Inoltre, la dipendenza da smartphone potrebbe causare anche danni psicologici legate soprattutto ai famosi social network che sono utilizzati dai più piccoli ma anche dagli adulti; secondo varie ricerche, un uso eccessivo potrebbe causare una forma di inadeguatezza e ansia perché lo stile di vita fra i consumatori è in continuo confronto.