razer

Mentre tutti gli altri pc fanno a gara per i nuovi modelli Intel Core mobili di nona gen e le nuove GPU Nvidia, Razer è andato oltre, lanciando un’importante revisione del suo Blade Pro da 2 pollici in commercio ormai da 2 anni, facendo diventare più piccola la nuova versione sia per dimensioni che per prezzo. Blade Pro assume lo stesso design del più recente Blade 15 Advanced, introducendo cornici per display più sottili e un trackpad centrale posizionato in modo convenzionale per ridurne il volume.

Anche il prezzo è in discesa: è stato registrato una calo da quando costava 4000 dollari nel 2017, ma ora il prezzo iniziale di lancio sarà di 2,499, e il pc sarà munito di una RTX 2060.

Purtroppo, l’inconveniente che nasce è che il pc perde una delle caratteristiche preferite: lo scroller del volume sulla tastiera e l’illuminazione laterale sul touchpad. Ma Razer dice di aver sostituitoo la tastiera con una versione migliore.

Leggi anche:  Microsoft Project xCloud, i requisiti di Rete necessari per utilizzarlo

 

Una ricerca continua

La società cerca di racchiudere le tecnologie più recenti in un solo pc, cercando di far resistere la sua configurazione facendola restare al passo con i tempi: infatti include ora una scheda Ethernet da 2,5 GB, Wi-Fi 6 (ovvero 802.11ax) e uno slot UHS-III SD espandibile. Questi aspetti, oltre alle GPU RTX, rendono questo prodotto un’opzione potenzialmente valida anche per l’editing video, oltre che ottimo per giocare i titoli tripla A.

Sarebbe bello poter vedere anche un display OLED per chiudere il bellezza, ma, purtroppo, la tecnologia non è ancora disponibile per i pannelli da 17 pollici. Ma è 15 pollici, e il Blade 15 Advanced ne ha una come opzione: un touchscreen a 60 Hz 4K con copertura della gamma del 100% DCI P3, sebbene sia disponibile solo sul modello basato su RTX 2080. Inoltre, i modelli Advanced ora dispongono di un’opzione HD a 240 Hz, Wi-Fi 6 e 10 Gbps USB 3.2 Gen 2.