samsung-galaxy-s10-fotocamere

I problemi relativi ai Samsung Galaxy S10 non sembrano finire e se prima gli utenti stavano segnalando un anomalo drenaggio della batteria e una mancato collegamento alla rete del provider, a questo giro il problema è da riscontrarsi nelle fotocamere anteriori dei dispositivi; nel primo caso la colpa era da attribuire ai chip Exynos mentre nel secondo era da riscontrare nel chip Snapdragon.

Le segnalazioni riguardante ai sensori indicano che funzionano male nel momento in cui si cerca do utilizzarle attraverso un app di terze parti, per un motivo piuttosto che per un altro. L’inconveniente riguarda un riduzione dell’angolo di cattura il che va da sé che se si scatta una foto qualcosa verrà lasciato fuori. Questo sembra affliggere tutti i modelli della serie e potrebbe non essere un qualcosa di così superficiale e creare diversi inconvenienti.

 

Problemi di inquadratura

Se si parla di un’applicazione come WhatsApp che taglia la foto profilo di sicuro il problema è minore tanto che basta farla con l’app del dispositivo e poi caricarla successivamente. Esistono però applicazione che hanno la base la necessità di scattare foto, un esempio banale può essere quello di un app che presenta la possibilità di impostare la lettura del viso come sistema di sicurezza.

Leggi anche:  Samsung Galaxy Fold sempre più vicino alla commercializzazione

Al momento non si capisce se il problema sia da riscontrare nel software di Samsung o se sia qualcosa relativo ad Android; probabilmente è una combinazione delle due. Il produttore sudcoreano ha aggiunto la possibilità di sfruttare i sensori frontali con due opzioni, ovvero sfruttano una risoluzione da 6 MP o la completa da 10 MP. In questo caso le app di terze parti riescono a sfruttare solo la variante ridotta.