Xiaomi-Redmi-Note-7-goes-on-sale-with-the-starting-price-of-999-CNY-C03

Il prossimo 28 Febbraio Redmi presenterà ufficialmente in India il suo ultimo dispositivo, cioè il Redmi Note 7. Come da tradizione dei dispositivi Redmi, sappiamo già che nel corso delle prossime settimane verrà presentata una versione leggermente potenziata di questo smartphone, che presso alcuni mercati verrà chiamata Redmi Note 7 Pro. E grazie ad un nuovo teaser pubblicato direttamente su Twitter dalla pagina ufficiale indiana dell’azienda, il Redmi Note 7 Pro avrà una feature davvero notevole. Sarà infatti dotato di un sensore biometrico integrato nel display.

 

Redmi Note 7 Pro potrebbe essere dotato di un sensore biometrico integrato nel display

Solitamente le versioni Pro dei dispositivi in generale, portano con sé alcune differenze sostanziali rispetto alle versioni standard. Sarà questo il caso anche del prossimo Redmi Note 7 Pro. In una nuova immagine teaser ufficiale pubblicata dall’azienda, infatti, vengono spoilerate praticamente molte delle feature di cui disporrà questo nuovo terminale.

La feature ovviamente più interessante sarà, come già anticipato, la presenza di un sensore biometrico integrato nel display. Nella versione standard, il Redmi Note 7, era infatti presente un classico sensore biometrico posto sul retro della backcover. Sul Redmi Note 7 Pro, invece, sembra che sarà integrato nel display.

Leggi anche:  Redmi 7 appare in un video hands-on prima del debutto ufficiale

Una scelta forse dettata dalla necessità di giustificare la presenza di un nuovo modello con un prezzo leggermente maggiorato rispetto alla versione standard. Oltre a questa feature innovativa, tramite il nuovo teaser l’azienda ha rivelato altre caratteristiche interessanti di cui disporrà questo terminale.

Redmi Note 7 Pro avrà infatti un’ampia batteria da 4000 mAh che garantirà sicuramente dei risultati eccezionali in ambito autonomia. Parlando di fotografia, il terminale erediterà dalla versione standard il modulo fotografico da ben 48 megapixel. Lato processore, infine, ci sarà ancora una volta un SoC targato Qualcomm.