Mediaset Premium: dopo la cessione della piattaforma l'azienda ha grandi programmi

La situazione venutasi a creare in casa Mediaset ha veramente dell’incredibile. Pensare che un giorno una piattaforma con tale risonanza venisse meno, sembrava certamente un delitto, visti i grandi trascorsi del panorama Premium.

Attualmente però la realtà dei fatti parla di ben altro: gli utenti continuano ad andare via e pare non esserci una pezza giusta che tappi quella che è una falla irreversibile. Mediaset le ha provate tutte, proponendo diversi abbonamenti mensili con prezzi bassi, ma la mancanza del calcio si fa sicuramente sentire. Gli utenti in Italia non riescono a valutare una Pay TV senza il calcio ed infatti tutti sono scappati verso Sky e DAZN.

 

Mediaset Premium: la cessione a Sky della piattaforma potrebbe non sancire la fine della storia

L’estate scorsa è stata un periodo deleterio per un’azienda così grande come Mediaset. La piattaforma Premium ha perso tutto d’un tratto lustro e utenti a causa della mancata acquisizione dei diritti della Serie A TIM.

Leggi anche:  Mediaset Premium ha di nuovo il calcio: ecco cosa cambia da settembre

In questo momento gli utenti rimasti, che in maggioranza non amano il calcio, sono però preoccupati di vedere la piattaforma sparire definitivamente. Tale pensiero è subentrato direttamente dopo la vendita della piattaforma tecnologica R2 a Sky. In realtà Mediaset ha tutt’altro obiettivo: si punta infatti a risalire la china molto velocemente e magari con l’acquisizione dei diritti già dall’anno prossimo. L’abbonamento migliore che tutt’ora vige all’interno della piattaforma è quello da 15 euro con il solo cinema disponibile.