Ogni giorno che passa diventa sempra la giusta occasione per parlare di uno temi principali di quest’anno, ovvero la nuova rete 5G. Gli utenti dei vari operatori telefonici attendono con grande fermento la data d’ingresso in Italia della quinta rete di generazione, e dalle informazioni che ci sono arrivate dovrebbe essere nel 2020.

Per arrivare nel migliore dei modi alla data d’inizio, alcuni operatori telefonici hanno già acquisito delle infrastrutture per sperimentare la nuova rete di navigazione. Secondo le ultime indiscrezioni, ci risulta che l’ingresso in Italia della nuova rete 5G non sarà costosta solamente per le compagnie telefoniche che hanno investito ed investiranno ancora tanti soldi, ma anche per i consumatori che decideranno di aderire a questa innovazione tecnologica.

 

La rete 5G sarà costosa per tutti i clienti

Facendo riferimento al discorso delle righe precedenti, un segnale che ci porta a dedurre questa soluzione è dovuto dal fatto che l’operatore Tim insieme all’aiuto di Ericsson e Qualcomm, ha da poco sperimentato la prima connessione 5G su uno smartphone compatibile a tale esigenza. Il modello provato è stato lo Snapdragon X50 5G.

Leggi anche:  Passa a TIM con queste due nuove promozioni fino a 50GB in 4.5G

A tale proposito, è facilmente intuibile che per utilizzare la nuova rete di generazione sarà indispensabile l’acquisto di un nuovo smartphone. Tutti gli smartphone che sono attualmente sul mercato non hanno le capacità di supportare la rete 5G. Già nel 2019 ci dovrebbero essere i primi smartphone 5G e da quello che è emerso i costi partiranno da un prezzo minimo di 500 Euro ad un prezzo massimo di 1200 Euro.

La rete 5G non sarà costosa soltanto per l’acquisto di un nuovo smartphone, ma anche per l’attivazione di una nuova offerta con gli operatori telefonici Tim, Vodafone, Wind Tre ed Iliad. Le offerte che dovranno lanciare gli operatori telefonici per navigare in 5G si aggireranno al prezzo mensile di 40/50 Euro.