Precedentemente, ASUS annunciò che il CEO di lunga data, Jerry Shen, stava anticipando “una completa trasformazione aziendale”. Una di queste coinvolgeva una nuova struttura di co-CEO, oltre ad un importante cambiamento nella strategia mobile. Asus infatti si concentrerà di più sui giocatori e su utenti “esperti”.

Durante i suoi 11 anni di servizio come CEO, Shen ha supervisionato il lancio della serie PadFone,  della serie Transformer, della serie ZenBook e della serie ZenFone. Prima di questo, Shen è stato anche il principale creatore di Eee PC, la piccola macchina che ha dato il via alla corsa dei netbook nel 2006.

ASUS ha in conto di perdere circa $6 miliardi per il cambio di strategia

In una dichiarazione per Engadget, Shen ha annunciato di voler dirigere una nuova startup AIoT, iFast, in qualità di presidente e CEO. La sua attività si rivolgerà alle applicazioni B2B. Nonostante si dimetti, Shen manterrà un legame con ASUS grazie alla sua quota del 30 percento. Shen ha aggiunto che si dedicherà ad assistere la transizione di ASUS in modo efficace.

Per quanto riguarda il ruolo di CEO di ASUS, esso sarà diviso tra il leader del segmento PC, S.Y. Hsu, ed il leader del segmento global customer service, Samson Hu. Ciò avverrà ufficialmente il 1 gennaio 2019. I due vicepresidenti aziendali hanno ricoperto un ruolo simile in qualità di co-COO nel 2015.

Leggi anche:  Asus stravolge le sue strategie dopo le dimissioni del CEO

Il cambiamento nella strategia mobile di ASUS ha un costo. La società ha annunciato una perdita una tantum di NT $ 6 miliardi (circa US $ 190 milioni) per coprire “la perdita di inventario, royalties, costi di produzione e spese di adeguamento organizzativo”. Shen ha detto a Business Next che questa è stata una mossa necessaria per aiutare il nuovo team mobile, in modo che possano valutare correttamente i risultati della loro nuova strategia in seguito.

Tutto sommato, ASUS ha fatto una buona corsa con i suoi sforzi ZenFone, incluso l’ingaggio della superstar coreana Gong Yoo come portavoce dallo ZenFone 4, oltre a fare una bella lotta contro Xiaomi in India con il suo ZenFone Max Pro da $ 200. Con una nuova strategia in atto, speriamo che il Computex del prossimo anno vedrà il lancio di qualcosa di altrettanto entusiasmante del PadFone. Forse Samsung e LG possono dare una mano ad ASUS.