WhatsApp: improvvisa ondata di account in chiusura, gli utenti via per un motivo strano

WhatsApp sta cercando in tutti i modi di garantire il più alto grado di sicurezza per i suoi utenti. L’introduzione della crittografia end-to-end rappresenta in tal senso il punto massimo di un percorso ancora lungi dall’essere completato. Da quando la piattaforma si è trasformata in un piccolo social con l’introduzione di storie e stati, l’apprensione di molte persone è tornata a salire.

 

WhatsApp, come scoprire il nome ed il cognome di chi ci spia

Facebook ed Instagram per le loro storie hanno previsto ottimi strumenti di controllo. Gli utenti possono sempre verificare chi e quando visualizza le foto ed i video postati online. La stessa cosa non può essere detta per WhatsApp: in questo caso, modificando le impostazioni in sezione Privacy (ad esempio, la disattivazione delle spunte blu), diventa impossibile visualizzare i nomi di chi spia il nostro profilo.

Leggi anche:  Whatsapp down: il trucco che nessuno conosce per usarlo anche quando non funziona

Questa mancanza della chat è ottemperata da una serie di applicazioni presenti su Google Play. Tramite il negozio virtuale di casa Android, è possibile scaricare le cosiddette applicazioni “Tracker”. Le app tracker hanno un semplice compito: costruire una lista completa di tutti i contatti in rubrica che hanno visualizzato in tempi più o meno recenti il nostro account. La loro funzione è indipendente da tutte le impostazioni di sicurezza scelte dall’utente.