Nel corso di questi anni abbiamo assistito a delle innovazioni tecnologiche per quanto riguarda il mondo della telefonia mobile. Oggi i cellulari sono stati sostituiti con gli smartphone, i quali sono diventati indispensabili per la nostra vita quotidiana.

Se prima l’utilizzo del proprio telefonino era altalenante, non si può dire la stessa cosa nel 2018. Coloro che vanno a lavoro utilizzano il proprio smartphone ad esempio per avvisare i clienti o per pianificare le strategie aziendali. Un altro esempio sono gli studenti che possono utilizzare lo smartphone per trovare qualche formula di matematica, oppure comunicare con gli altri compagni di classe per svolgere i compiti del giorno dopo.

 

Futuro senza smartphone?

Oltre alle prime esigenze sopra elencate, questo oggetto viene utilizzato soprattutto per interagire sui social network, ma allo stesso tempo il dispositivo tanto amato ci può servire per coprire alcuni nostri segreti.

In attesa di scoprire quali saranno i prossimi smartphone e le loro caratteristiche tecniche, bisogna precisare che il futuro di questi device potrebbe non esserci. Alcuni esperti del settore hanno diramato dei dati statistichi prendendo come riferimento l’ultimo decennio del mondo dei smartphone ed effettuando un previsione fino al 2022.

Leggi anche:  Expert annienta i suoi rivali: ecco il nuovo volantino con sconti su tanti smartphone

Da questi dati, si emerge che dal 2009 al 2017 c’è stata una crescita di unità distribuite in tutto il mondo, ovvero da 173,5 milioni a quasi 1,5 miliardi. Nonostante ciò, bisogna dire che nel 2017 la crescità si è interrotta e c’è stata una lieve diminuzione rispetto all’anno precedente. Sempre secondo gli analisti, il 2018 dovrebbe concludersi con un altro risultato negativo, sotto questo punto di vista. Il biennio 2019-2021 sarà crescente ma l’andamento tornerà a diminuire nell’anno 2022.

E’ ancora presto per parlare di un ciclo giunto al termine, visto che anche nei prossimi anni tenderà ad essere ben presente a livello globale. Riamete aggiornati su questa vicenda attraverso il nostro sito di TecnoAndroid.