truffa paypal

Una nuova truffa si aggira online. Questa volta gli utenti dovranno fare attenzione a false email provenienti da PayPal. I finti messaggi sono un tentativo di phishing e cercano di ottenere le credenziali di accesso ingannando l’utente.

Guardando il corpo dell’email, si nota una certa somiglianza con i messaggi inviati dal noto servizio e potrebbero trarre in inganno gli utenti meno esperti. I truffatori hanno infatti copiato molto bene lo stile delle email provenienti da PayPal. I colori del testo e il font sono gli stessi, così come i messaggi di avviso sono molto simili a quelli ufficiali.

Il primo dato da guardare immediatamente è la transazione in oggetto. Se non la riconoscete ma volete comunque verificare, effettuate il log-in al servizio da una nuova scheda e controllate se è registrata da PayPal. Se non trovate nulla allora potete direttamente cancellare l’email.

Leggi anche:  Postepay e Postepay Evolution sotto attacco: carte svuotate e nuove truffe

Il secondo aspetto da controllare è l’intestazione dell’email. La stessa PayPal in una email ufficiale ci dice come essere sicuri che si tratti di una comunicazione veritiera. Il servizio di intermediazione finanziario gestisce dati sensibili dell’utente, per questo la sicurezza è sempre una priorità. Per garantire l’ufficialità, le email inviate da PayPal iniziano sempre con il nome e cognome del proprietario dell’account.

Infatti se guardate l’immagine in apertura, l’email con scopo il phishing iniziano con formule di saluto generiche, come per esempio “Gentile utente”. Per migliorare la protezione del proprio account consigliamo di accedere su PayPal e nelle impostazioni cliccare sulla voce Sicurezza. Qui sarà possibile modificare la propri password, impostare una domanda di sicurezza o richiedere un PIN per i pagamenti da mobile.