Aumenti Vodafone: rincari sulle offerte ricaricabili da settembre

Vodafone sta inviando a moltissimi utenti degli SMS che notificano l’imminente aumento delle offerte ricaricabili.

L’ SMS informa che ci saranno aumenti previsti fino a 2 euro, e che questi rincari scatteranno a settembre. Per ricompensare il cliente, che a questo punto deciderà se restare o meno con la compagnia, il traffico Voce passerà da 1.000 minuti a illimitato.

Questo però potrebbe essere un risvolto negativo, molti utenti hanno preferito passare a Vodafone da altro operatore per una questione di risparmio. Anche se sono previste chiamate illimitate verso tutti i numeri nazionali e roaming su tutto il territorio dell’ Unione Europea per gli utenti che accettano le nuove condizioni.

In merito anche alla questione delle “rimodulazioni e rincari”, situazione già prevista a inizio 2018, si è espressa anche l’associazione Federconsumatori, che in una nota dichiara: “effettueremo tutte le verifiche del caso e segnaleremo prontamente all’Antitrust ogni comportamento che vada in tale direzione. Intanto, ai cittadini coinvolti, che si stanno rivolgendo numerosi ai nostri sportelli, possiamo solo consigliare di valutare sul mercato le offerte migliori, che garantiscano loro un prezzo vantaggioso ed un servizio di qualità. Dal momento in cui ricevono la comunicazione dell’aumento, avranno tempo fino al giorno precedente all’aumento del costo dell’offerta per cambiare operatore, con le modalità descritte all’interno della comunicazione.”

Leggi anche:  Passa a Vodafone: la Special Minuti 30 Giga raggiunge prezzi mai visti, anche 6 euro

 

 

Vodafone permette di non far pagare la “penale”

In ogni caso Vodafone ha annunciato un comunicato ufficiale nel quale dichiara che a partire dal 3 settembre 2018, molte offerte ricaricabili saliranno di 1,99 euro.

In ogni caso i clienti che non intendono accettare le modifiche contrattuali della nuova offerta, conservano comunque il diritto di recesso. Questo cavillo vi consentirà di non pagare “penali” o costi di disattivazione fino al giorno precedente a quello in cui scatterà l’aumento.