Il sito di Amazon in crash durante il Prime Day

L’Amazon Prime Day 2018 si è concluso ormai da un giorno, le offerte proposte sono state davvero tantissime. Tutti gli utenti con l’abbonamento Prime hanno potuto acquistare moltissimi prodotti ad un prezzo davvero conveniente.

Molti di loro però, si sono lamentati sui vari social network del crash presente sul sito ufficiale della piattaforma, all’inizio dell’evento. Molte sono state le proteste e le ipotesi. Scopriamo insieme cosa è successo.

 

Amazon Prime Day: molti utenti protestano per il crash sulla piattaforma

Il giorno più atteso dell’anno è ormai passato e al momento possiamo dire che il Prime Day ha avuto un esordio non proprio spettacolare. Il sito della piattaforma ha infatti avuto un black out all’inizio e durante l’evento, interrompendo così il flusso di utenti che stavano acquistando dei prodotti. Il messaggio che accompagnava questo black out diceva: “scusa, qualcosa è andato storto da parte nostra“.

Moltissimi utenti si sono subito lamentati su moltissimi social network, soprattutto perché alcune delle offerte proposte avevano una scadenza imminente. Questa interruzione ha fatto scendere le azioni di Amazon di circa 11 dollari, lo 0.6% nei 15 minuti successivi al lancio del Prime Day. Quasi sicuramente si è trattato di un afflusso parecchio impegnativo per i server della piattaforma.

Leggi anche:  Amazon Alexa, in arrivo la funzione che ti avvisa quando l'assistente impara qualcosa

L’azienda ha comunicato che alcuni utenti hanno avuto parecchie difficoltà ad entrare nel sito ma che comunque negli Stati Uniti durante la prima ora, gli utenti hanno ordinato più articoli della prima ora dell’anno scorso. Il Managing Director di Global Data Retail, Neil Saunders, ha dichiarato: “Non c’è dubbio che quello che è successo può erodere le vendite e dissuadere alcuni clienti dall’acquisto“. Nonostante questo piccolo intoppo iniziale, le successive ore del Prime Day sono andate alla grande.