Criptovalute: prezzi schede grafiche ridotti a causa del crollo del mercatoSono diverse le fonti che confermano come il recente calo dei mercati delle criptovalute stia spingendo i fornitori di schede grafiche ad abbassare i loro prezzi. Fonti anonime della “supply chain” iniziale hanno riferito a DigiTimes che la vendita dell’hardware di criptazione mineraria di ASIC è stata influenzata negativamente, con un calo dei prezzi previsto del 20% a luglio.

Tra le aziende interessate ci sono Taiwan Semiconductor Manufacturing Company, così come i suoi partner di servizio di progettazione di circuiti integrati (IC), come Global Unichip.

DigiTimes rileva che l’inventario del mercato globale delle schede grafiche è attualmente riferibile in diverse milioni di unità. Si sottolinea che la statunitense Nvidia, un altro produttore di schede grafiche, ha circa un milione di GPU da lanciare. Sempre queste fonti vicine a Digitimes hanno specificato che le GPU di prossima generazione di Nvidia saranno rinviate fino alla fine del quarto trimestre del 2018.

 

Un tracollo?

A maggio, Nvidia ha riferito di aver ottenuto 289 milioni di dollari risultanti dalle vendite di processori nel mercato della crittografia nel primo trimestre e ha previsto un calo di due terzi nel secondo trimestre a causa della correzione del mercato. Sempre a maggio, il produttore cinese di ASIC Bitmain ha riferito di prendere in considerazione il ricorso all’AI a causa dell’aumento delle più severe normative sulla criptovaluta in Cina.

Alla fine di giugno, due analisti hanno avvertito gli investitori di Advanced Micro Devices Inc. ( AMD ) che il prezzo delle azioni potrebbe ridursi se l’attività di criptovaluta dovesse perdere la domanda.