Messaggio Hyndai
Messaggio Hyndai

Un progetto ambizioso entrato nel Guinness World Records. Hyundai Motor Company ha inciso un immenso “Ti voglio bene” sulla sabbia desertica del Delamar Dry Lake del Nevada. Un’area complessiva di 5,55 km². E, soprattutto, visibile dalla Stazione Spaziale Internazionale. Destinatario del messaggio, infatti, il papà astronauta di una ragazzina di 13 anni, Stephanie, in missione sulla stazione orbitante per lunghi mesi. 

Un gesto molto bello e che si presta molto all’epoca dei social network e di Internet. Per eseguire l’enorme scritta, sono state coinvolte molte persone. Per essere visibile a 400 chilometri di distanza dalla Terra, sono occorse 11 auto e diversi ingegneri, cameraman e piloti professionisti. Questi ultimi hanno guidato le auto Hyundai sincronizzandole in modo tale da realizzare sulla sabbia desertica la scritta.

Le vetture della casa automobilistica coreana erano dotate di pneumatici con chiodi e, per realizzare l’intero progetto, ci sono voluti ben 6 mesi. Esperti provenienti dalla Corea, dall’Europa e dagli Stati Uniti hanno collaborato per creare questa gigantesca immagine che, solo per avere un’idea, ha le dimensioni simili a quelle del Central Park di New York City.

auto Hyundai
auto Hyundai

Un’idea semplice, ma molto sofisticata nella sua produzione. E che ha avuto bisogno di diversi tentativi prima di essere resa possibile. Un video accompagna il risultato finale, dal titolo inequivocabile “A Message To Space” ed in poco tempo è stato visto da milioni di utenti su YouTube.

VIAguinnessworldrecord
Federica Vitale
Federica Vitale nasce come web writer convinta e le sue passioni, sin da bambina, si sono rivelate la carta e la penna. Laureata in Relazioni Internazionali presso l’Università degli Studi di Perugia, ha conseguito la laurea in Lingue e Letterature Straniere nel 2003 e ha proseguito gli studi laureandosi nuovamente nel 2007 in Scienze e Tecniche della Comunicazione, presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Viterbo, dove ha collaborato come cultore della materia per la cattedra di Linguaggi Audiovisivi. Il suo percorso formativo e la sua passione per il cinema e la letteratura l’hanno portata a specializzarsi nell’analisi della produzione letteraria e delle sue trasposizioni cinematografiche. Ha pubblicato il libro 'L’universo africano di Karen Blixen'. Ama scrivere ed esprimersi anche attraverso la fotografia poiché le piace vivere il mondo a 360°. La passione per l’immagine e per le parole si riassumono nella creazione dell’articolo.