smartphone a 64 bit

Gli smartphone a 64 bit rappresentano il futuro e molte sono le aziende che si stanno già dando da fare realizzando degli smartphone di questo tipo, come il WA, il primo con processore Octa-Core MediaTek MT6752.

Gli smartphone a 64 bit stanno diventando sempre più popolari e i primi a darsi da fare in questo senso sono i produttori cinesi che prediligono l’uso di chipset MediaTek, anche se Qualcomm continua a detenere un ruolo di alto livello. MediaTek, dal canto suo, produce processori di qualità e li rende estremamente convenienti, cosa molto apprezzata dalle marche che stanno cercando di mantenere un costo basso per i propri smartphone. Il produttore, naturalmente, ha tonnellate di processori, alcuni di questi anche molto scadenti, con prestazioni davvero deludenti, ma anche altri in grado di assicurare performance elevate come i processori a 64 bit MT6595 e MT6795.

MT6595 è un vero processore octa-core che Meizu ha implementato nel suo smartphone di punta, il Meizu MX4 (con circuito integrato a 32-bit), che offre davvero grandi prestazioni. L’MT6795 è il nuovo chip octa-core a 64 bit dell’azienda che supporta fino a 2.2 GHz.

Caratteristiche dello smartphone a 64 bit WA

Mediatek MT6752 è un altro nuovo chip octa-core a 64 bit di questa azienda. Questo processore ha otto CPU ARM Cortex-53 a 2.0 GHz e una GPU Mali-T760. Sembra che quello di WA sarà il primo smartphone ad implementare questo chip. Si prevede che questo dispositivo venga lanciato all’inizio del prossimo anno ad un prezzo piuttosto abbordabile; questo dispositivo dovrebbe essere dotato di un display a 1080p da 5,5 pollici e secondo le immagini dovrebbe essere anche abbastanza sottile. Ancora non si sa con precisione quali caratteristiche presenterà questo particolare smartphone a 64 bit ma, stando alle voci che lo riguardano, dovrebbe avere 2 o 3 GB di RAM, una batteria da 2600 mAh, costruzione in metallo e una fotocamera principale da 14 megapixel. Si prevede anche la presenza di un supporto LTE e un prezzo davvero conveniente.

Il WA non è l’unico smartphone a 64 bit a catturare l’attenzione per le ottime caratteristiche e il prezzo economico, tra questi rientrano anche il Meizu MX4, l’UMi Zero, l’IUNI U3, il Zopo Z999. Tutti questi smartphone sono accomunati dal Paese d’origine, la Cina, dove sono molti i produttori che continuano a sfornare smartphone economici e anche di grande qualità, destinati quindi a competere davvero bene con i colossi del settore. I consumatori cinesi hanno davvero un sacco di opzioni, anche se vogliono scegliere uno smartphone a 64 bit. Speriamo quindi che dispositivi come questi arrivino presto anche al di fuori dell’Asia.

Via