LG G Watch

LG G Watch è il primo smartwatch arrivato sul mercato con il nuovo sistema operativo pensato da Google per i dispositivi indossabili, Android Wear.

Il G Watch è ben fatto dal punto di vista costruttivo e anche dal punto di vista estetico con un cinturino in silicone che al tatto offre una sensazione molto piacevole, molto bella la colorazione bianca che abbiamo avuto in prova. Durante l’unboxing abbiamo già visto il contenuto della confezione che non mostra grandi sorprese.

LG G Watch (3)

Dal punto di vista estetico il G Watch è quello che mi ha convinto di più, ma è un parere puramente personale. Trovo ottima la scelta del cinturino sia come materiale che per l’aggancio classico da orologio. Il peso di 63 grammi non si percepisce sul polso e si indossa in modo comodo anche con polsi un po’ più grandi.

LG G Watch (5)

La batteria da 400 mAh è, forse, l’unica nota dolente del device in quanto dura un giorno, al massimo si può arrivare a due con uso blando, almeno la ricarica è veloce e in circa 30 minuti si può nuovamente indossare.

È dotato di un ottimo hardware con un processore dual core Snapdargon 400 da 1,2 GHz, 4GB di ROM e 512GB di RAM che per Android Wear sono più che sufficienti per avere velocità e fluidità ottime. Il G Watch è caratterizzato, inoltre, dalla certificazione IP67 che lo rende resistente ad acqua e polvere (max 30 minuti a un metro di profondità).

Leggi anche:  LG V20: in arrivo l'aggiornamento ad Android 8.0 Oreo

LG G Watch (4)

Accelerometro, giroscopio e bussola consentono di utilizzare diverse funzioni come l’attivazione del display quando si ruota il polso, non proprio istantanea la reattività, oppure seguire un percorso quando si utilizza Maps.

Il display è un IPS con diagonale da 1,65 pollici con neri non profondissimi, ma con una buona luminosità anche alla luce del sole. Probabilmente il display è il fattore principale per il consumo di batteria anche se non possiamo esserne certi.

Android Wear è pensato per avere una forte implementazione con Google Now e con tutto ciò che è possibile fare con l’app di Google. La connessione con lo smartphone avviene tramite bluetooth 4.0 Low energy e scaricando l’app Android Wear sullo che consente il collegamento del G Watch e la scelta delle impostazioni, l’impatto sulla batteria non è eccessivo, ma comunque presente.

android wear

Il G Watch come tutti gli smartwatch è un prodotto di nicchia per chi desidera avere sempre l’ultima tecnologia, di certo meno di nicchia di un Gear 2 compatibile solo con alcuni device Samsung. Con il G Watch avrete le notifiche sempre a portata di polso e i comandi vocali di Google Now completano la possibilità di utilizzo del G Watch.

PREZZO:

[wp_search_xml_best_price keywords=”g watch”]