Gaming, loot boxes uguale gioco d'azzardo
Gaming, loot boxes uguale gioco d’azzardo

Si tratta di una controversia non troppo recente, dopo una lunga indagine, la commissione belga del gioco ha deciso che loot boxes presente in diversi giochi, tra i quali Overwatch, FIFA 18 e Counter Strike: Global Offensive, sono da considerare gioco d’azzardo. Questo vuol dire che saranno sottoposte alla legge nazionale su questo tipo di giochi. Questo verdetto potrebbe influire anche in altre sedi e se arrivasse all’Unione Europea, molte compagnie dovranno agire di conseguenza.

Violazioni criminali della legislazione

Il ministro della giustizia belga non ci è andato molto leggero con la sentenza. Ha definito questo sistema proprio come una violazione criminale. Gli sviluppatori per questo, potrebbero essere soggetti a pene detentive fino a cinque anni e multe fino a 800.000 euro. Questo almeno finché tale sistema non verrà cambiato o tolto del tutto. Tali pene potrebbero anche venir raddoppiate per via un particolare fondamentale. Molti dei giocatori sono minorenni, un altro aspetto su cui le compagnie dovranno stare più attente.

Tra l’altro, questa sentenza è simile ad una emessa nei Paesi Bassi. Erano stati dichiarati quattro giochi come giochi d’azzardo e era stato dato tempo agli sviluppatori fino al 20 giugno per cambiare il sistema o rimuovere i bottini.

Sono stati usati quattro parametri dalla commissione per arrivare tale decisione. Il primo era se i bottini in un gioco erano basati sulla fortuna, un altro e se c’era la possibilità di piazzare scommesse, con possibilità di profitto o perdita e dove il caso giocava una parte fondamentale nella scelta.