OPPO-Logo-2017

OPPO ha depositato il proprio brevetto legato al sensore di impronte digitali in-display. L’Ufficio statale di certificazione cinese (SIPO) ha conferito alla società il brevetto ed in base alle immagini emerse con la registrazione dello stesso, occuperebbe uno spazio abbastanza ampio sopra la cornice inferiore dello smartphone.

I sensori di impronte digitali in-display stanno diventando una delle novità più interessanti nel 2018 e dopo che Vivo ha mostrato due smartphone con un sensore di impronte digitali incorporato nel display, non è una grande sorpresa che OPPO abbia presentato un brevetto per la stessa caratteristica.

Questo perché OPPO e Vivo (così come OnePlus) sono di proprietà della stessa azienda. Ma i sensori in-display significano anche che questo farà aumentare la richiesta di display OLED oppure no? Questo brevetto utilizza una tecnologia diversa da quella del sensore Synaptics che ha debuttato nello smartphone di Vivo presentato nel corso del CES a gennaio.

Oppo riceve l’approvazione per il suo brevetto relativo al sensore di sblocco sotto al display

 

Naturalmente, non sapremo esattamente come OPPO svilupperà questa soluzione fino a quando non verrà implementata in uno smartphone reale. Il brand si è spesso contraddistinto per la realizzazione di alcuni progetti davvero interessanti e poi lanciati ufficialmente con i nuovi smartphone. Anche se negli ultimi anni, i suoi device sono diventati molto più prevedibili in termini di caratteristiche e specifiche.

Con la certificazione di questo brevetto, OPPO potrebbe introdurre questa tecnologia già sui prossimi telefoni. Tutto dipenderà da livello di affidabilità che l’azienda è riuscita a trarre da questi sensori. Se lo sviluppo sarà a buon punto non dovremo aspettare ancora molto prima di vederli sugli smartphone della casa cinese. Altrimenti, il 2019 potrebbe essere l’anno della consacrazione.