La Francia crea il proprio WhatsApp per evitare lo spionaggioWhatsApp ha una (nuova) competizione diretta in Francia. Il ministero francese del digitale ha riferito che sta sviluppando il proprio servizio di messaggistica crittografato con l’intenzione di ridurre il rischio di spionaggio da parte di forze straniere.

Dopo gli attacchi aerei contro la Siria da parte degli Stati Uniti, del Regno Unito e della Francia, il comandante francese è particolarmente preoccupato per la privacy dei dati. L’opzione per sviluppare un’alternativa a WhatsApp genera maggiore sicurezza perché la famosa app di messaggistica istantanea non ha i suoi server installati in territorio francese. La preoccupazione principale, infatti, è che nessuna delle applicazioni di messaggistica più popolari e utilizzate abbia attualmente una sede ufficiale in Francia. Quindi, le informazioni inviate tramite server al di fuori del Paese sarebbero maggiormente a rischio di violazione.

Abbiamo bisogno di trovare un modo per avere un servizio di messaggeria cifrato che non sia crittografato dagli Stati Uniti o dalla Russia, che inizi a pensare a possibili violazioni che potrebbero verificarsi, come abbiamo visto con Facebook, quindi dovremmo prendere l’iniziativa”, ha dichiarato un portavoce di Stato.

Un precedente

A causa delle preoccupazioni sulla privacy, il governo francese aveva già installato strumenti della società di sicurezza francese Thales sugli smartphone da lavoro dei funzionari ai quali avevano impedito l’uso di WhatsApp o Telegram all’inizio di quest’anno.

Attualmente circa 20 funzionari e alti funzionari pubblici stanno testando la nuova applicazione prima del suo lancio in tutta la nazione francese e che il suo uso diventi obbligatorio per tutti i rappresentanti governativi in ​​futuro.