Meizu H1 SmartBand

Meizu ha iniziato proprio nella giornata odierna ad inviare gli inviti ufficiali per la presentazione del nuovo Meizu M6 Note. L’evento in cui sarà presentato il nuovo dispositivo si terrà presso il Beijing Performing Arts Center di Pechino, alle ore 11.00 del 23 agosto.

Meizu M6 Note: ecco l’invito ufficiale

L’invito ufficiale, che l’azienda cinese sta spedendo proprio in queste ore, è stato anche pubblicato su Weibo. Guardando il post presente sul noto social cinese, possiamo vedere come lo slogan dell’evento sia “Stay True”.

Per chi non lo sapesse, il Meizu M6 Note è stato al centro di due soli rumor, l’ultimo dei quali risale proprio a ieri. Nel rumor di cui parlato nella giornata scorsa abbiamo analizzato uno screenshot, il quale mostrava alcune specifiche tecniche del dispositivo in questione.

Andiamo dunque ad analizzare quella che sarà, o che potrebbe essere la scheda tecnica del nuovo Meizu.

Partiamo dal processore, che può essere definito come il cuore di ogni smartphone. In questo caso, a dare vita al device avremo un SoC Mediatek Helio P25 con architettura Octa-Core. Quest’ultimo sarà accoppiato ad una GPU Mali T880. Si vocifera inoltre che saranno presentate due versioni, con diverse impostazioni delle memorie.

Leggi anche:  Meizu MX7, lettore impronte digitali integrato nel display e lancio ad ottobre

La versione base potrà vantare 3 GB di RAM e 32 GB di storage integrato. Per la versione “premium” o “Plus” se preferite, avremo 4 GB di RAM e 64 GB di storage integrato. In entrambe le varianti avremo invece una batteria da 4000 mAh.

Il display invece sarà un pannello IPS LCD da 5.5″ con definizione Full HD. Il dispositivo inoltre dovrebbe essere dotato di una doppia camera posteriore, costituita da due obbiettivi Sony IMX258. Molto probabilmente, il corpo sarà costruito interamente in metallo.

Non mancano tantissimi giorni alla presentazione, giorno in cui potremo scoprire se il nuovo Meizu M6 Note è pronto per competere con tutti gli altri medio di gamma presenti sul mercato.

Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere qui sotto in un commento.