Ancora una volta malintenzionati cercano di truffare ignari utilizzatori dei servizi di messaggistica istantanea cercando di prelevare dati di carte di credito inviando un messaggio dove si richiede di aprire un link. Questa volta il messaggio sta arrivando oltre che per SMS anche attraverso Whatsapp e Telegram sfruttando numerazioni non contenute nella propria rubrica.

Gli hacker sanno molto bene come colpire e prelevare dati di carte di credito e sopratutto delle postapay che sono molto utilizzate in Italia e proprio per questo utilizzano una tecnica molto diffusa che viene denominata phishing e dalla quale mette in guardia anche la Polizia Di Stato. Praticamente si riceve un messaggio che avvisa l’utente che la propria Postepay è scaduta oppure e’ a rischio con all’interno un link che una volta aperto indirizza in una pagina molto simile a quella delle poste ma che è in grado di memorizzare tutti i dati inseriti e inviarli a terzi.

I messaggi che stanno arrivando tramite SMS, Watsapp e Telegram sono: “Gentile cliente, la sua carta PostePay Evolution è stata bloccata. Di seguito vengono fornite alcune informazioni e alcuni link da cliccare su cui andrebbero inseriti alcuni dati sensibili” oppure “Per motivi di sicurezza, La tua Postepay è stata bloccata. Esegui subito la verifica dei tuoi dati“.

Leggi anche:  Whatsapp, come rimuovere le spunte Blu e cos'è GBWhatsapp

E’ molto importante non aprire alcun link presente nel messaggio, infatti, le poste italiane non chiedono mai dati personali tramite messaggio e se lo avete già fatto e avete inserito i vostri dati è molto importante bloccare la carta e cambiare tutti i dati di accesso.