Non è proprio un bel periodo per GameStop. La multinazionale leader nella vendita di videogames e di console negli ultimi mesi si è vista crollare addosso il mondo a causa di fattori interni ed esterni. I dati delle vendite sono in vertiginoso e costante calo ed in più la presentazione del primo servizio streaming (in stile Netflix) voluto da Microsoft per i videogiochi ha fatto crollare in borsa le azioni della società.

Da più parti del mondo numerosi store (oltre 150) sono stati costretti alla chiusura ed iniziano anche ad emergere voci riguardo una definitiva chiusura dell’azienda. In questo periodo no, ora si aggiunge anche una minaccia in grado di destabilizzare ancor di più l’immagine mediatica della compagnia.

Nelle scorse ore GameStop è stata colpita da un vasto e profondo attacco hacker che ha messo sotto scacco i dati bancari di numerosi suoi clienti soliti acquistare prodotti online. In pericolo ci sarebbero le carte di credito. I malintenzionati avrebbero rubato sia i numeri sia i codici segreti (presenti sul retro) di numerose carte.

GameStop per ora non ha dato particolari garanzie ai suoi utenti, affermando di essere a lavoro per cercare di chiarire la situazione e per garantire la sicurezza. Intanto, secondo numerose fonti, i dati sensibili sarebbero già in vendita sul deep web.

Anche se la minaccia, per ora, dovrebbe essere estesa solo negli Stati Uniti, consigliamo a tutti coloro che di recente hanno acquistato su GameStop di verificare le generalità bancarie. L’azienda, purtroppo, sembra essere entrata in un vortice negativo tale da non garantire nemmeno la tranquillità ai suoi (sempre meno) clienti.