snapchat
Snapchat si apre ai reality show

I social network sono diventati la fase in cui tutti vogliono esprimere e condividere. Oggi gli utenti non solo hanno qualcosa da comunicare con i loro amici o la propria famiglia. Anche i brand e le grandi aziende hanno trovato il modo di stabilire un collegamento con il pubblico. Snapchat è una delle applicazioni ad aver segnalato una crescita costante negli ultimi anni, in gran parte a causa del coinvolgimento che ha instaurato con le generazioni più giovani, ma anche con gli utenti di tutte le età.

Ora, Snap Inc. (recentemente presente sul mercato azionario) mira a rafforzare l’attrattiva del social network con una nuova strategia. Produrrà, infatti, la sua prima serie originale da distribuire sull’applicazione. Si tratta di Second Chance, un reality show realizzato in collaborazione con A + E Networks, una società che ha un accordo per sviluppare diversi programmi che possono essere visti solo all’interno di Snapchat.

Questa prima serie avrà una durata di otto capitoli. Verranno trasmessi ogni una settimana e gli utenti che potranno usufruirne saranno quelli negli Stati Uniti, Regno Unito, Canada e Australia. Questa è l’unica nota dolente. Ma occorre considerare che, molto spesso, queste sono operazioni di test e di lancio. Quindi, è pressoché sicuro che l’esperimento giungerà quanto prima anche in Europa e, quindi, in Italia.

Leggi anche:  Twitter: in arrivo la nuova funzione "Salva per dopo"

L’idea è quella di convertire Snapchat in una piattaforma grazie alla quale i media e i produttori possano creare contenuti che possano essere seguiti dagli utenti. Attualmente, già sono stati stretti accordi con ABC e ESPN (Disney), NBC e Turner CNN, TNT e Cartoon Network o, ancora, programmi come ‘The Tonight Show’, Jimmy Fallon.

Uno dei primi progetti ad aver considerato il potenziale di Snapchat di diventare un mezzo per produrre l’impegno del pubblico è quello con la produzione “Sickhouse”, film realizzato da video che sono stati caricato continuamente sul social network per cinque giorni.

Senza dubbio, i media del settore e dell’intrattenimento non potevano mancare sui social network. Vari supporti utilizzati da Facebook Live, Periscope e YouTube trasmettono notizie, eventi speciali e anche dibattiti, come nel caso delle campagne presidenziali degli Stati Uniti. Per l’intrattenimento, serve la diffusione di contenuti che venga promossa con eventi come il Super Bowl, gli Oscar, Tony Awards, i Grammy o i produttori di film che attivano campagne digitali per i loro film.

Ora, Snapchat cerca di partecipare a questa tendenza, ma con una strategia simile a quella applicata da altre aziende in altri settori, seppur con grande successo come Netflix e Amazon Prime.