umi london

UMi London è un device incredibile perchè in grado di combinare alla perfezione tre importanti aspetti: prezzo, resistenza ed estetica. Già pochi giorni dopo il suo lancio, il rugged phone cinese è stato venduto in tutto il mondo, gli utenti hanno dato fiducia all’azienda che non li ha delusi con il precedente flasghip killer.

Nuovi video compaiono sul web, UMi London pare non essere adatto solo a chi teme ogni giorno di rompere il proprio smartphone. Le linee estetiche del terminale lo rendono interessanti anche per il gentil sesso. Di base, pare che le donne siano abbastanza sbadate e che il loro terminali siano abbastanza a rischio “cadute accidentali“. Sebbene io sia un’eccezione, non posso smentire le voci di corridoio. Per questo motivo, probabilmente, UMi London potrebbe essere un’interessante soluzione anche per noi.

Il nuovo smartphone cinese costa meno di 60€ ed è dotato di display con tecnologia DG Twin-Shield, in grado di assorbire urti e gestire la pressione in modo da preservare il funzionamento del terminale anche in situazione accidentali. Inoltre, la protezione in schiuma targata 3M aumenta la probabilità che il touch screen continui a funzionare anche dopo una forte pressione.

UMi London è un entry level con linee estetiche da TOP di gamma

Il bello di UMi London è che non rinuncia all’estetica. La sua costruzione e l’attenzione ai dettagli lo collocano in una fascia sicuramente superiore a quella di appartenenza (per hardware e prezzo è ovviamente un device entry level). Specifiche principali:

  • Processore quad core Mediatek MT6580;
  • RAM: 1GB;
  • Storage interno: 8GB;
  • Fotocamera principale: 8MP;
  • Batteria: 2500 mAh;
  • Display 5″ con risoluzione HD.

Un compromesso molto interessante, un altro passo dell’azienda cinese decisa ad invadere il mercato degli smartphone.  Per pochi giorni ancora, è possibile provare a ricevere in omaggio un UMi London, in cambio di una recensione onesta. Tentar non nuoce, ecco il link dove potersi iscrivere e vincere il rugged phone elegante.