Prisma
Prisma è un’applicazione russa che consente di trasformare le foto in un’opera d’arte.

Si chiama Prisma ed è un’applicazione russa che consente di trasformare le foto in opere d’arte. Rilasciata ufficialmente lo scorso 11 giugno per l’Apple Store, tale funzionalità ha riscosso un enorme successo tra gli utenti tanto da riuscire a totalizzare oltre 1 milioni di download in pochissimi giorni. Nel mese di luglio, l’applicazione verrà distribuita anche nel mondo Android.

Molto spesso, sul Play Store di Google, si va in cerca di app che possano offrire buoni filtri da applicare alle foto. Infatti, una regola ormai ferrea, di chi intende pubblicare delle immagini su un qualsiasi social network, è sicuramente quella di ricorrere al famoso “ritocchino” per eliminare gli inestetismi virtuali e collezionare più “like” possibili sul proprio profilo.

In questo contesto si inserisce anche Prisma. L’applicazione vuole contribuire a rendere ancora più originali le foto scattate dagli utenti. Come? Chiaramente, l’app si affida a un algoritmo sviluppato sulla base delle reti neurali. E così, attraverso l’applicazione di un filtro artistico, le immagini possono apparire molto simili a un quadro di Edvard Munch, di Marc Chagall e di Vasilij Vasil’evič Kandinskij, giusto per citare alcuni esponenti di diverse correnti artistiche.

Pertanto, il meccanismo è molto semplice. Sarà sufficiente scattare una foto con il proprio dispositivo o caricarla dalla raccolta multimediale e, in seguito, elaborarla con l’app. L’utente potrà scegliere se effettuare il taglio e a quale filtro artistico affidarsi tra cubismo gotico, surrealismo, astrattismo e così via.

Alexei Moiseenkov, creatore della suddetta app, ha dichiarato che il successo ottenuto da Prisma, in un lasso di tempo così breve, sia stato molto più impetuoso rispetto a quello riscontrato da molti colossi del settore come Instagram e Msqrd. Insomma, l’app russa creando delle vere e proprie opere d’arte riesce a essere unica nel suo genere.

Come in precedenza accennato, Prisma è stata distribuita ufficialmente l’11 giugno 2016 nell’Apple Store. Nel giro di poche settimane, si è insediata nella Top 5 delle applicazioni più scaricate in 10 Paesi quali la Russia, la Bielorussia, l’Estonia, la Moldavia, il Kirgyzstan, l’Uzbekistan, il Kazakhstan, la Lettonia, l’Ucraina e l’Armenia. A partire dal mese di luglio, anche tutti gli utenti Android potranno effettuare il download sui rispettivi smartphone.