Force Touch
Il Force Touch potrebbe debuttare sui dispositivi Android con la versione N del sistema operativo. Al momento questo è solo un rumor privo di ufficialità.

Il ForceTouch, la tecnologia in grado di riconoscere la pressione esercitata sul display da parte dell’utente, non è molto popolare sui dispositivi Android. Il 2016 si preannunciava un anno all’insegna di questa tecnologia ma, almeno fino ad ora, non è stato così . Forse, però, questa situazione potrebbe presto cambiare con l’introduzione della prossima major release di Android N e con l’uscita di un nuovo Google Nexus.

Force Touch utile ma non essenziale

Se c’è una cosa che gli iPhone di Apple hanno in più rispetto ai rivali Android è il Force Touch (o 3D Touch). Pochissime ore prima l’inizio del Mobile World Congress 2016 di Barcellona, circolava in rete un rumor che alludeva alla possibilità che questo tipo di tecnologia venisse implementata da Samsung sui display dei nuovi Galaxy S7. Come ben sappiamo, però, non è stato affatto così.

Bisogna ammettere che il Force Touch non è una funzione irrinunciabile, essenziale. Tuttavia il 3D Touch è un plus in più che può semplificarci di molto le varie operazioni che andremo a compiere con il nostro terminale Android. Veder implementata questa nuova features hardware probabilmente non dispiacerebbe a nessuno.

Se siete in trepidante attesa per il debutto del Force Touch su Android allora sarete felici di apprendere che molto probabilmente i display sensibili alla pressione potrebbero arrivare anche per gli utenti che preferiscono il “robottino” alla “mela morsicata”.

Un’indiscrezione proveniente da Weibo, preannuncia la possibile implementazione del Force Touch sul nuovo Nexus che verrà ideato da Google in collaborazione con HTC. Questo potrebbe far pensare che Google implementerà il supporto nativo all’interno del codice di Android N. Al momento, però, questi sono solo rumors privi di fondamento.