tsu.co
Facebook “censura” i contenuti di Tsu.co

La veloce avanzata di Tsu.co non è vista di buon occhio da Mark Zuckerberg. Il papà di Facebook e della piccola Max ha deciso di arginare la sua espansione rimuovendone tutti i contenuti presenti nei suoi servizi. I link appartenenti a Tsu, quindi, non saranno più visibili su Facebook, Instagram e Messenger. Una mossa intelligente o una censura eccessiva?

Facebook ha da poco raggiunto il record di un miliardo di utenti e quindi non avrebbe motivo per temere un rivale appena nato come Tsu.co. Per questo motivo motivo, la presa di posizione di Mark Zuckerberg può apparire un tantino estrema. Il suo obiettivo ormai è chiaro: l’altro social network si basa sulla visibilità dei suoi iscritti ed è proprio questa che il giovane mira ad estirpare. Tsu, infatti, ricompensa i suoi utenti condividendo con loro i ricavi provenienti dal traffico dei loro post. In pratica, più una persona è visibile e più alti saranno i suoi guadagni. Facebook ha sempre rappresentato una preziosa porta d’accesso per chi condivideva il suo profilo su Tsu per farsi conoscere. Da oggi, però, questo non sarà più possibile. Con l’esclusione dai siti più popolari e frequentati del momento, il declino del nuovo social potrebbe essere molto più veloce del previsto.