google maps
Google Maps organizza lo shopping di Natale

Google potrebbe organizzarvi lo shopping di Natale. Con i servizi di mappe e ricerche che forniscono in tempo reale i negozi a noi più vicini, ora potremmo ottenere ancora di più. Con un nuovo aggiornamento, infatti, Google Maps sarà una vera e propria guida per le vacanze natalizie, informandoci sul dove e quando recarci per il nostro shopping non troppo last minute.

Un ottimo vantaggio che, oltre ad implementare la popolare app di Big G, potrebbe rivelarsi decisamente molto utile e preferibile rispetto alla folta schiera della concorrenza. Google Maps, quindi, informerà i propri utenti su ogni tipo di dispositivo sul quale è presente l’app.

Il gigante della ricerca, infatti, ha annunciato che il suo popolare Google Maps è stato aggiornato. D’ora in poi, fornirà quindi informazioni sui punti vendita, i ristoranti o altre strutture. Ciò comporterà informazioni sui luoghi soprattutto in occasioni delle festività come, appunto, Natale, Capodanno e molte altre ricorrenze.

Secondo il product manager, Jonathan Sidi, gli utenti saranno in grado di sapere se il negozio in cui si stanno recando sarà aperto. Un accorgimento utile per evitare lo spiacevole contrattempo di trovarlo chiuso.

Ciò farà risparmiare gli utenti molto tempo e, si sa, nell’era frenetica in cui viviamo, sapere in anticipo è determinante. In tal modo, l’app visualizzerà eventuali cambiamenti di orari e giorni di chiusura. Ad esempio, il servizio garantirà anche avvisi specifici, come ad esempio la possibile chiusura o variazione di orari di un negozio nel periodo di Natale.

Inoltre, il servizio permetterà agli utenti di filtrare correttamente le informazioni. Ciò consentirà loro di utilizzare l’opzione “Aperti ora”. Sulla sezione Local Search saranno visualizzati tutti i ristoranti, le caffetterie e i negozi aperti in quel momento. Gli esercizi chiusi al momento della ricerca non compariranno tra i risultati della ricerca.

Secondo quanto riferito, questo aggiornamento sarà disponibile molto a breve. Negli Stati Uniti, ad esempio, la prova di lancio sarà fatta coincidere con il Giorno del Ringraziamento. In seguito, la funzione sarà resa usufruibile in tutto il mondo.

Leggi anche:  Google Maps, una funzione lascerà per sempre la piattaforma