facebook
Tutto arriva direttamente dal profilo twitter di Alex stamos, il capo della sicurezza di Facebook, il quale ha fatto delle pesanti critiche nei confronti di Adobe e del suo Flash Player, vediamole!

“E’ il momento per Adobe di settare una “end-of-line” per flasplayer e di chiedere a tutti i browser di settare un “killbits”

Ecco come esordisce in un tweet diretto ad Adobe Alex Stamos, il quale prende una posizione abbastanza dura nei confronti del creatore di Flash Player chiedendo allo stesso di fissare una data di fine supporto alla oramai storica tecnologia per la diffusione di contenuti multimediali sul web.
Il motivo di questo trambusto è abbastanza semplice, Flash Player è oramai diffusissimo, ed è oramai bersaglio di malware, vulnerabilità e problemi di sicurezza oramai con cadenza fissa, senza conrare il fatto che essendo una tecnologia proprietaria e non “open” è limitata in tantissimi aspetti, gli stessi aspetti che il nuovo HTML5 punta a risolvere e che ha convinto la stessa Microsoft ha cessare il supporto per Silverlight.

Come potete intuire Facebook ha da tempo annunciato la “deprecazione” di tutte le proprie funzioni basate su Flash Player, stessa cosa vale per YouTube (e la stessa Google in tutti i suoi servizi, inclusi quelli riguardanti Android) il quale ha deciso di passare al nuovo standard HTML5 che offre, oltre ad una sicurezza nettamente superiore rispetto alla soluzione adobe, un migliore supporto in quanto opensource e soprattutto, una migliore integrazione con tutti i browser in quanto presente nativamente all’interno degli stessi e utilizzando codec nativi del sistema operativo.
Data la portata del tweet, possiamo certamente attendere qualche sviluppo in merito, che Adobe accetti finalmente la dura realtà e ponga una fine al suo flash player?