Yahoo
Yahoo lavora al proprio motore di ricerca affidandosi ad una collaborazione con vari partner, tra i quali la rivale Google.

Dopo il tentativo di ritrovare lo smalto perduto, Yahoo sceglie di affidarsi anche a Google per eseguire vari test sul proprio motore di ricerca.

Yahoo ha scelto di collaborare con Google, il suo maggiore rivale, per effettuare alcune prove mirate allo sviluppo del proprio motore di ricerca. Secondo molti, questo potrebbe rappresentare un netto segnale di debolezza per l’azienda fondata a Santa Clara oltre venti anni fa e che inizialmente rappresentava il vero punto di riferimento dei motori di ricerca. Un ruolo di primo piano che le è stato tolto proprio da Google da oltre un decennio.

“Per creare le migliori esperienze per gli utenti di Yahoo – afferma un portavoce dell’azienda – abbiamo scelto di eseguire alcuni piccoli test con diversi partner, tra i quali alcuni motori di ricerca. Al momento non abbiamo nient’altro da aggiungere”. Non sa ancora in cosa consisteranno le sperimentazioni che Yahoo eseguirà in collaborazione con Google e altri motori di ricerca, anche se la resa al colosso di Mountain View appare evidente.

A partire dal 2012, l’ex dirigente di Google Marissa Meyer era stata posta a capo di Yahoo proprio con l’obiettivo di ridarle un ruolo di primo piano. Il trend non è stato invertito e la situazione è peggiorata, nonostante la sinergia tentata con Microsoft. Infatti, Yahoo controlla soltanto il 6% del mercato dei motori di ricerca, con la principale rivale Google che occupa oltre il 50%. La collaborazione è stata confermata anche da Google, che ha parlato di una serie di test inerenti al motore di ricerca e ai sistemi pubblicitari.