Whatsapp

WhatsApp è l’app di messaggistica più utilizzata al mondo, ma ha anche diverse limitazioni. Ci sono però tantissimi trucchi per utilizzarla meglio e fare cose impensabili come inviare file musicali, usare temi personalizzati, programmare l’invio dei messaggi, evitare di pagare l’abbonamento annuale, usarla senza numero di cellulare anche su dispositivi senza SIM e tantissimo altro ancora.

Di seguito abbiamo raccolto 30 imperdibili trucchi per usare WhatsApp in modo non convenzionale e sbloccare tutte quelle funzioni che hai sempre desiderato.

ABBONAMENTO A COSTO ZERO

WhatsApp è gratuito per il primo anno, poi bisogna pagare un abbonamento di 0,89 euro all’anno. C’è però chi riesce a rinnovare gratuitamente l’abbonamento senza sborsare un centesimo. Affinché funzioni, l’abbonamento dello smanettone deve scadere tra meno di 30 giorni e lo stesso deve aver ricevuto la notifica da WhatsApp che la scadenza è prossima. Lo smanettone scarica Wassapp. Spegne il telefonino sul quale ha installato WhatsApp e avvia Wassapp sul PC. Inserisce il proprio numero di cellulare col prefisso internazionale dell’Italia (39) e in Password digita l’IMEI del telefonino. Non è necessario che sia l’IMEI reale del cellulare: lo smanettone ne inserisce uno a caso; basta che sia composto da 15 cifre e che le prime due siano 35. Seleziona, quindi, l’opzione Old WhatsApp e clicca su Login. Riceverà un messaggio di errore, ma lo smanettone non ci fa caso. Dopo aver riavviato il telefonino potrà verificare che il suo abbonamento è stato rinnovato per un anno.

DOPPIA SPUNTA BLU, ADDIO!

Uno degli ultimi aggiornamenti di WhatsApp ha introdotto la notifica di lettura attraverso la doppia spunta blu. Se hai un dispositivo Android, però, puoi leggere i messaggi senza farlo sapere a chi te li ha inviati. È necessario installare l’ultima versione di WhatsApp. Avviamo il browser dello smartphone sul sito www.whatsapp.com/android e dicchiamo sul pulsante Download Now per scaricare il file .apk. Spostiamoci in Impostazioni e nella sezione Sicurezza abilitiamo l’opzione Origini Sconosciute. Andiamo nella cartella in cui abbiamo salvato il file WhatsApp.apk e tocchiamolo per installarlo. Installata l’ultima versione di WhatsApp, andiamo in Impostazioni/Account/Privacy e togliamo il segno di spunta dalla voce Read receipts (Conferme di lettura).

SPEDIRE FILE EXTRALARGE

Con WhatsApp è possibile inviare solo foto, video e messaggi vocali. Inoltre, le immagini vengono compresse per consumare meno banda: chi le riceve, quindi, non le avrà a risoluzione piena. C’è pero un modo per inviare immagini in alta risoluzione o spedire qualsiasi tipo di file fino a una dimensione massima di 150 MB. Per farlo, sia il mittente che il destinatario devono installare sul dispositivo Android l’app gratuita WaSend, scaricabile dal Play Store. Quando si vuole inviare un file, basta avviare WaSend, cliccare Aggiungi, selezionare il file, premere Invia e selezionare il destinatario. Il file verrà nascosto all’interno di un falso video. Chi lo riceve non dovrà fare altro che tapparci sopra per aprirlo.

SPIARE GLI AMICI

Se hai un dispositivo Android, puoi usare WhatsDog per sapere quando un amico si collega a WhatsApp. Quest’app è stata rimossa dal Play Store ma si può scaricare da . Una volta installata, tocchiamo Inizio, selezioniamo il contatto da spiare e completiamo con Continua. Ora sarà possibile controllare quando il contatto è connesso e quando è offline.

CHATTARE SENZA SIM

Puoi usare WhatsApp anche su un dispositivo senza SIM e quindi senza numero di cellulare. Se hai uno smartphone, puoi scaricare l’applicazione dallo Store, se invece hai un tablet devi scaricare il file .apk dal sito www.whatsapp.com/android e installarlo manualmente. Avviata l’applicazione, ci verrà chiesto di utilizzare il nostro numero di cellulare per l’attivazione. Procuriamoci il numero di un amico o un parente che non usa WhatsApp e assicuriamoci di avere il suo telefonino a portata di mano: ci servirà solo per la configurazione iniziale. Nella finestra Verifica numero telefonico, digitiamo il numero che ci siamo procurati e diamo l’OK. WhatsApp proverà a inviarci inutilmente il codice di verifica per SMS. Dopo alcuni minuti, non essendoci riuscito, ci chiederà se vogliamo farci chiamare per comunicarci il codice telefonicamente. Confermiamo: dopo alcuni istanti il telefonino suonerà. Non resta che rispondere per conoscere il codice e inserirlo nell’app per completare la configurazione.

Ora possiamo restituire il telefonino alla persona che ce l’ha prestato e iniziare a usare WhatsApp. Se non si dispone di un numero di cellulare, si può usare un servizio online come http:// k7.net che ci fornisce un numero mobile per attivare una voicemail e che possiamo usare per l’attivazione di WhatsApp; purtroppo, però, i numeri a disposizione sono pochi.

RIMUOVERE LE ICONE MICROFONO E FOTO

Se hai un device con schermo piccolo, puoi allargare la barra di immissione del testo nei messaggi di WhatsApp rimuovendo le icone della fotocamera e del microfono. Per farlo si sfrutta Xposed Framework e il modulo Whatsapp Mods. Per installarlo avviamo Xposed Installer e spostiamoci in Download. Tocchiamo l’icona con la lente d’ingrandimento e cerchiamo Whatsapp Mods. Selezioniamo quello relativo al tema che ci piace, spostiamoci in Versioni e tocchiamo su Download per installarlo. Andiamo in Moduli, attiviamo il modulo appena installato e riavviamo il dispositivo. Non resta che aprire WhatsApp e iniziare a chattare senza le icone.

SU TABLET E SMARTPHONE, CONTEMPORANEAMENTE!

Possiamo usare lo stesso account WhatsApp su due dispositivi differenti come un tablet e uno smartphone. Per farlo dobbiamo abilitare su entrambi i permessi di root e aver installato l’app Titanium Backup. Fatto ciò, disinstalliamo WhatsApp dallo smartphone senza cancellare i dati e installiamo manualmente WhatsApp sia su tablet che su smartphone scaricando l’APK dal sito www.whatsapp. com/android. Non avviamo l’app sul tablet. Prendiamo lo smartphone ed eseguiamo la configurazione verificando il numero di cellulare e ripristiniamo il backup delle conversazioni precedenti. Sempre dallo smartphone, avviamo Titanium Backup, tocchiamo l’icona con la spunta in alto a destra e tappiamo su Backup di tutte le applicazioni utente. Deselezioniamo tutto, mettiamo la spunta solo su Whatsapp e tappiamo sulla spunta in alto a destra per avviare il backup. Con un file manager spostiamoci nella cartella di Titanium Backup dove troveremo i tre file del backup appena eseguito. Copiamoli e trasferiamoli prima sul PC e poi dal PC alla cartella di Titanium Backup presente sul tablet. Andiamo sul tablet, avviamo Titanium Backup e tocchiamo l’icona con la spunta in alto a destra. Selezioniamo Ripristino di tutte le applicazioni e dei dati, togliamo la spunta da Escludi APKs di sistema e selezioniamo Solo dati. Tappiamo sulla spunta in alto a destra per eseguire il ripristino e riawiamo il tablet. Potremo ora avviare WhatsApp sul tablet e utilizzare lo stesso account su entrambe i dispositivi.

SPOSTIAMO TUTTO SULLA SCHEDA SD!

Col tempo le conversazioni e i vari allegati occupano diverso spazio sulla memoria del dispositivo e potremmo avere problemi a installare altre app. Per risolvere il problema possiamo spostare WhatsApp sulla scheda SD. Per farlo su un device non rootato andiamo su questo link, scarichiamo l’ADT Bundle compatibile col nostro sistema operativo e scompattiamolo sul PC. Da questo link, invece, scarichiamo e installiamo i driver USB ufficiali per i dispositivi Android. Andiamo sul dispositivo Android, spostiamoci in Impostazioni/Opzioni sviluppatore e mettiamo la spunta in Debug USB (per attivare le Opzioni sviluppatore andiamo in Impostazioni/lnfo sul dispositivo e tappiamo 7 volte consecutive su Versione build). Colleghiamo il dispositivo al PC col cavo USB. Andiamo nella cartella sdk\ platform-tools presente nell’ADT Bundle precedentemente scompattato. Tenendo premuto il tasto SHIFT facciamo clic col destro e selezioniamo Apri finestra di comando qui. Digitiamo adb devices -I per verificare che il dispositivo venga riconosciuto. Digitiamo poi il comando adb shell per accedere al terminale. Non resta che digitare pm set-install-location 2 o, se abbiamo errore, pm set lnstall-Location 2. A questo punto, andando in Impostazioni/Applicazioni e selezionando WhatsApp sarà disponibile il pulsante Sposta in scheda SD che ci permetterà di trasferire l’applicazione sulla scheda di memoria.

Leggi anche:  WhatsApp: una truffa prosciuga il credito dei clienti Wind, TIM e Vodafone

PIÙ ACCOUNT SULLO STESSO DISPOSITIVO

Sfruttando l’app SwitchMe Multiple Accounts possiamo gestire sullo stesso dispositivo Android due differenti account WhatsApp. Per usarla bisogna abilitare i permessi di root. Avviamo SwitchMe Multiple Accounts e tappiamo Create profile per creare il primo profilo che sarà quello con tutte le app e la configurazione attuale. Ora, per gestire un nuovo account WhatsApp, tappiamo sul tasto + per creare il secondo profilo. Selezioniamo il secondo profilo e tocchiamo Switch. Il dispositivo verrà riavviato come se fosse un nuovo device: dovremo fare la prima configurazione. A questo punto avviamo WhatsApp e configuriamo da zero il secondo account. Dopo averlo fatto, potremo iniziare a usarlo. Per passare da un account all’altro basterà cambiare il profilo d’usa

NASCONDI IL TUO STATO

WhatsApp Plus è una versione modificata di WhatsApp che permette di personalizzare l’app di messaggi-stica con tante chicche interessanti. Per procurarsela, lo smanettone avvia il browser del dispositivo sul sito www.whatsapp-plus.co: tocca il tasto Download Now e poi tappa sulla versione che vuole scaricare (ad esempio WhatsApp plus new face). Disinstalla la versione ufficiale dal suo smartphone e tappa sul file .apk scaricato per installare WhatsApp Plus. Al primo avvio lo smanettone effettua la configurazione attraverso il numero di cellulare. Una volta installata potrà utilizzare tutte le funzioni esclusive presenti in questa Mod. Toccando sul tasto del menu in alto a destra, ad esempio, può nascondere velocemente il suo stato online, bloccare la doppia spunta blu per la lettura dei messaggi e quella per la notifica di ricezione.

TEMI PERSONALIZZATI

Con WhatsApp Plus lo smanettone può personalizzare anche l’interfaccia dell’app scaricando diversi temi. Per farlo tocca l’icona in alto al centro e poi va in Temi/Scarica. Attende qualche instante per il caricamento dei temi disponibili, ne sceglie uno, tocca su Applica e conferma con Si. Il tema viene applicato al riavvio dell’applicazione. Andando in Altro, invece, lo smanettone accede ad alcune preferenze per i temi che gli consentono di trovare i migliori della settimana o di caricare quelli salvati sulla SD.

CAMBIARE ICONA A WHATSAPP

Con WhatsApp Plus lo smanettone può modificare anche l’icona per lanciare l’applicazione di messaggistica. Per farlo va nel menu delle personalizzazioni e tocca su altre MODS. Seleziona quindi Icona di Lancio per

INVIARE UN FILE MUSICALE

Con WhatsApp Plus lo smanettone riesce a inviare non solo foto e video, ma anche altri contenuti multimediali. Può ad esempio condividere la musica archiviata nel suo dispositivo: gli basta toccare l’icona con la graffetta per accedere al menu di condivisione e da qui toccare l’icona con le cuffie.

IMPOSTARE LA QUALITÀ DELLE FOTO

Sempre con WhatsApp Plus lo smanettone invia le immagini a dimensioni originali, senza quindi fargli subire alcun tipo di compressione. Per farlo va nel menu di configurazione e tocca Condivisione Multimedia. Da qui non solo può impostare la dimensione originale delle immagini, ma anche scegliere la qualità sia per le foto che per i video.

WHATSAPP PER LA TUA RUBRICA

La rubrica telefonica è spesso un po’ anonima senza un’immagine per i vari contatti. Possiamo però importare facilmente quella che i nostri amici hanno messo su WhatsApp utilizzando l’applicazione per Android Contatti Foto Sync. Avviata l’app, ci verrà mostrato l’elenco dei contatti presenti sul nostro WhatsApp. Tocchiamo sul contatto per accedere a WhatsApp e da qui tappiamo sullo stesso per visualizzare la foto del profilo ingrandita. Tocchiamo quindi ripetutamente il tasto indietro fino a quando una finestra non ci chiederà se vogliamo utilizzare la foto per la rubrica telefonica. Basta confermare con Si per aggiungere l’immagine al profilo.

CAMBIARE L’AMMINISTRATORE DI UN GRUPPO

Chi crea un gruppo per una chat su WhatsApp è automaticamente il suo amministratore. Se si vuole cedere questo molo a un altro partecipante bisogna andare nelle impostazioni del gruppo ed eliminare tutti i partecipanti lasciando solo la persona che si vuole rendere amministratore. Dopo averlo fatto, tappiamo su Esci dal gruppo in modo che anche noi, che siamo l’amministratore, veniamo eliminati dal gruppo. L’unico rimasto, divenuto amministratore, potrà riaggiungere i vecchi partecipanti.

CAMBIA NUMERO SENZA PERDERE I MESSAGGI

Se per qualche motivo dobbiamo cambiare numero di cellulare, non è necessario reinstallare l’app perdendo tutti i messaggi. Basta andare in Impostazioni/Account/Cambia numero. Conserveremo così tutte le informazioni, i gruppi e le varie impostazioni.

CHAT CON CONTATTI IMPORTANTI

Se abbiamo degli amici con cui messaggiamo spesso, possiamo creare dei collegamenti sulla schermata principale dello smartphone per rendere più veloce l’invio. Su Android basta andare in WhatsApp, tenere premuto il dito sul contatto o sul gruppo e scegliere Crea shortcut per la chat.

SCOPRI CON CHI CHATTI DI PIÙ

Usi WhatsApp tutto il giorno e vorresti sapere con chi passi più tempo a scambiare messaggi? Per farlo installa l’app gratuita WhatStat per Android. Per funzionare richiede i permessi di root, ma permette di conoscere le statistiche d’uso relative all’ultimo giorno, all’ultima settimana, all’ultimo mese o all’ultimo anno.

CREARE FALSE CONVERSAZIONI SU WHATSAPP

Se vuoi prenderti gioco di un amico, puoi utilizzare Yazzy per creare false conversazioni su WhatsApp e far finta di aver chattato con personaggi importanti o star dello spettacolo. Dopo averla installata, basta scegliere il tipo di messaggio da falsificare: oltre a WhatsApp c’èTwitter, Facebook Messenger ecc. Si potrà quindi creare la finta conversazione con tanto di ora, icone e sfondi personalizzati.

NASCONDI L’ULTIMO ACCESSO

Se non vuoi che i tuoi amici sappiano quando hai eseguito l’ultimo accesso a WhatsApp, vai in Impostazioni/Account/Privacy e tappa su Ultimo accesso. Puoi scegliere di non mostrarlo a nessuno o solo ai tuoi contatti. Sappi, però, che se decidi di nascondere l’ultimo accesso, non potrai vedere quello degli altri.

SPOSTARE LE FOTO SU SD

WhatsApp è molto usato per inviare foto e video, ma questi contenuti possono occupare molto spazio e sarebbe meglio trasferirli sulla scheda SD. Se abbiamo uno smartphone Android possiamo fare tutto velocemente con un’app come Foto & File Redirect. Con essa possiamo anche impostare un ritardo e alcuni filtri.

SILENZIARE I GRUPPI

I gruppi sono il massimo per scherzare con gli amici, ma in alcuni momenti le continue notifiche dei messaggi postati possono diventare fastidiosi. Se vogliamo zittirli senza dover uscire dal gruppo, basta andare nel gruppo e dal menu selezionare Silenzia audio. È possibile silenziare le attività del gruppo per 8 ore, una settimana o addirittura un anno.

PROGRAMMARE L’INVIO DEI MESSAGGI

Non vuoi dimenticare il compleanno di qualcuno? Utilizzando l’app Seebye Scheduler puoi programmare l’invio dei messaggi con WhatsApp ed evitare facili dimenticanze. L’app è scaricabile gratuitamente da Google Play e richiede uno smartphone Android con permessi di root. Dopo averla avviata, basterà toccare il tasto + per aggiungere il messaggio, il destinatario e l’ora di invio.

BLOCCA L’ACCESSO A WHATSAPP

Se vogliamo consentire l’uso del nostro smartphone a qualcuno senza correre il rischio che possa sbirciare tra i nostri messaggi, possiamo bloccare l’accesso a WhatsApp con l’applicazione Blocco Chat App. Una volta avviata, inseriamo il codice che si vuole utilizzare per il blocco e dalla finestra principale mettiamo su On le opzioni interessate. Oltre a proteggere WhatsApp si può anche prevenire l’arresto forzato e la disinstallazione.