o.194158

Che la privacy non sia il punto di forza di Facebook non è una novità, ma ora si aggiunge un altro problema. Sembra che il social network controlli i nostri messaggi privati per scopi pubblicitari.Facebook è uno dei più popolari social network di sempre dove ognuno condivide, pubblica stati , per far conoscere al mondo un pò della propria vita. Da questo punto di vista niente violazioni, essendo una volontà degli utenti stessi. Ora arriva la notizia si una class action portata da uno studio legale di San Francisco che accusa Facebook di monitorare i messaggi privati  costantemente a scopi pubblicitari.

Lo scopo di questi controlli è cercare di capire i desideri o i bisogni degli utenti Facebook e di conseguenza proporre pubblicità specifiche. Cose che viene già fatta per i contenuti condivisi, ma in tal caso questi vengono già resi pubblici dall’utente stesso per sua volontà.

Sapere che tutto ciò che scriviamo nei messaggi privati viene controllato da qualcuno è chiaramente una violazione della privacy e non ci rende molto felici. Se si chiamano “messaggi privati” non dovrebbero essere tali anche nei confronti di Facebook stesso? Voi che ne pensate?

[Via]