wpid-image.jpg

Google Translate l’utilissima applicazione di Google per effettuare traduzioni con estrema rapidità e semplicità, si aggiorna introducendo tantissime novità e migliorie varie.

Google Traduttore, già estremamente utile, continua a migliorare sempre di più. Col nuovo aggiornamento i linguaggi supportati aumentano ancora di più, arrivando ad un totale di 65-70 lingue diverse. Le nuove lingue aggiunte sono bosniaco, Cebuano, Hmong, giavanese, e Marathi. Queste lingue sono ancora in fase “alfa” quindi ben lungi dall’essere perfette.

Molte lingue sono state anche aggiunte alla funzione di traduzione con input dalla fotocamera, che consente di eseguire la scansione di testo con la fotocamera del dispositivo e tradurre. Questa funzione, arrivata lo scorso agosto con il supporto per ceco, olandese, inglese, francese, tedesco, italiano, polacco, portoghese, russo, spagnolo e turco, ora ha visto l’aggiunta da parte di Google di altre 16 lingue: bulgaro, catalano, danese, estone, finlandese, croato, ungherese, indonesiano, islandese, lituano, lettone, norvegese, rumeno, slovacco, sloveno, svedese e tedesco.

Ma, la novità piú interessante dei recenti aggiornamenti è la sincronizzazione con Phrasebook. Quando si utilizza Translate, con scrittura, voce o tramite la fotocamera, ora vi è la possibilità di salvare le frasi in un frasario personale per accedervi facilmente in seguito e sincronizzarlo su piú dispositivi.

Leggi anche:  Malware ruba i dati di conti correnti da milioni di dispositivi Android

L’aggiornamento è solo per Android, ma potrebbe arrivare anche su iOS abbastanza presto.

Google si conferma, ancora una volta, in grado di abbattere qualsiasi tipo di barriera, a partire proprio da quelle linguistiche.