Apple, Apple Watch, COVID-19, Coronavirus,

L’azienda della mela si trova a fronteggiare una nuova causa legale che vede Apple Watchal centro della disputa. Il wearable è accusato di non funzionare al meglio quando è al polso di una persona con un colore scuro della pelle.

Le funzionalità legate al monitoraggio della salute come il livello di ossigenazione del sangue fatica a restituire valori accettabili proprio a causa del tono scuro della carnagione. Proprio da questa tesi è partita la class action e dal Southern District di New York potrebbe presto ingrandirsi a dismisura.

Stando a quanto emerso fino ad ora, ad accorgersi di questo problema è stato il Newyorchese Alex Morales il quale ha acquistato un Apple Watch circa un anno fa. L’utente si è presto accorto che lo smartwatch non riusciva a misurare l’ossigenazione nel sangue.

 

Apple Watch fatica ad effettuare le misurazioni dell’ossigenazione del sangue nelle persone con un tono della pelle più scuro

Come dichiarato da Alex Morales, egli ha scelto di acquistare proprio questo device per misurare i livelli di ossigeno nel sangue. Tuttavia, non ha mai pensato che ci potessero essere problemi riguardo al tono della pelle.

Morales non si aspettava assolutamente di scontrarsi contro i “pregiudizi e difetti della pulsossimetria rispetto alle persone con un tono della pelle più scuro” come da lui dichiarato. L’interessato ha poi continuato: “Le informazioni fornite sono informazioni false e fuorvianti. A tutto questo si aggiunge anche il fatto che si tratta di un prodotto di fascia alta che arriva a costare oltre 400 dollari escludendo le tasse“.

Come ulteriore documentazione a supporto, lo studio legale che sta gestendo la class action ha apportato alcuni studi svolti durante la pandemia. Come sappiamo, il livello di ossigenazione nel sangue è stato uno dei test utili a fronteggiare l’epidemia di COVID-19 e prevenire potenziali problematiche respiratorie. Questa tipologia di test è sempre stata complicata per le persone con tonalità scure della pelle.

La risposta di Apple non si è fatta attendere. L’azienda di Cupertino ha confermato che “Apple Watch è pensato per un utilizzo generico con funzioni di benessere. La misurazione dell’ossigenazione nel sangue non è da intendersi per usi specialistici tra cui l’auto-diagnosi o la consultazione con un medico“.

Articolo precedenteXiaomi Redmi Note 12 Pro Speed Edition ufficiale in Cina
Articolo successivoSamsung pensa al futuro, svelato un dettaglio del prossimo Galaxy S24 Ultra
Alessio Amoruso
Economics & Marketing Student, Tech enthusiast, Star Wars Fan and Blogger