USB, Type-C, Europa, UE, caricabatterie

Con una decisione presta dal Parlamento e dal Consiglio Europeo, l’Unione Europea ha scelto la USB Type-C come standard di ricarica universale per i device elettronici. Tutti i dispositivi di piccole e medie dimensioni dovranno essere provvisti di questa porta per poter effettuare una ricarica completa.

La data limite per permettere ai produttori di adeguarsi è il 2024 e la norma entrerà in vigore a partire dall’autunno dello stesso anno. Stando alle previsioni dell’Unione Europea, l’adozione di uno standard di ricarica condiviso per gran parte dei dispositivi elettronici avrà notevoli effetti positivi.

Questa decisione permetterà di ridurre la produzione di rifiuti elettronici e quindi rendere l’UE più sostenibile. Al tempo stesso ci sarà un risparmio economico per i consumatori, i quali non dovranno acquistare nuovi caricabatterie ogni volta che cambiano un device. Le stime indicano una riduzione di 11 tonnellate di rifiuti elettronici all’anno e un risparmio per gli utenti di 250 milioni di euro all’anno.

 

L’Unione Europea ha sancito che a partire dal 2024 tutti i device elettronici dovranno ricaricarsi esclusivamente tramite una porta USB Type-C

L’utilizzo della porta USB Type-C come standard condiviso premetterà, infatti, di utilizzare un unico caricabatterie per tutti i device. L’UE ha anche deciso di armonizzare le tecnologie di ricarica rapida per permettere di caricare i device a velocità simili, garantendo quindi prestazioni equilibrate in ogni scenario di utilizzo.

Entrando più nello specifico dei device interessati da questa rivoluzione, l’UE ha indicato tutti i dispositivi elettronici di piccole e medie dimensioni. Tra questi rientrano certamente:

  • smartphone
  • tablet
  • e-reader
  • cuffie
  • speaker portatili
  • controller

Per quanto riguarda il mondo dei PC invece, a partire dall’entrata in vigore della norma, i produttori avranno 40 mesi per adeguarsi. Ecco quindi che USB Type-C diventerà lo standard di riferimento assoluto nel mondo tecnologico.

Alessio Amoruso
Economics & Marketing Student, Tech enthusiast, Star Wars Fan and Blogger