Oppo finalmente ha annunciato il primo processore neurale (NPU) proprietario per l’imaging, dedicato esclusivamente alla gestione e alla realizzazione di fotografie e video: si tratta di Marisilicon X, primo nel suo genere, e destinato a grandi prestazioni nel settore. Creato con un processo produttivo a 6nm, Marisilicon X riesce a combinare un NPU, un ISP e un’architettura di memoria multilivello dedicati all’elaborazione di immagini RAW in tempo reale, ai video in modalità Night con AI in 4K con anteprima live e alla gestione completa di tutti gli aspetti legati al mondo dell’imaging.

Un processore in grado di cambiare l’industria mobile

L’NPU offre circa 18 trilioni di operazioni al secondo (TOPS), una potenza di calcolo di circa 20 volte superiore a quella disponibile sul Find X3 Pro attualmente, che gli permette di catturare immagini con un’incredibile gamma dinamica a 20bit 120db (4 volte migliore di Find X3 Pro) con un rapporto di contrasto pari a 1.000.000:1. Inoltre, grazie alla sua incredibile potenza di calcolo Marisilicon X riesce ad elaborare in tempo reale il 4K e la gestione HDR a 20bit in RAW, con un rapporto tra segnale e rumore di 8db per le immagini.

Questo nuovo processore sarà disponibile sui primi smartphone OPPbO della serie FIND X nel Q1 2022, al momento dell’uscita della nuova serie che andrà a sostituire l’attuale Find X3 Pro, top di gamma dell’azienda. Non vediamo l’ora di vederlo all’opera dal vivo, per una rivoluzione nel mondo dell’imaging che porterà enormi cambiamenti nel settore fotografico e video dell’industria mobile di Android e sicuramente anche di Apple.