Super Green Pass: il certificato rinforzato modifica le regole, ecco cosa cambia

Durante gli ultimi giorni non si parla altro che della nuova variante del Covid proveniente dal Sudafrica meglio conosciuta come Omicron. Questa sarebbe spaventando tutto il mondo, visto che qualcuno ipotizzerebbe che possa sfuggire anche al vaccino. In realtà le ultime evidenze parlano di copertura anche in questo caso, con la variante che pur riuscendo a penetrare non farebbe altro che comportare lievi sintomi.

Ci sarebbe quindi da stare più tranquilli rispetto alla variante detta Delta, la quale di certo aveva spaventato tutta l’Europa già qualche mese fa. Allo stesso tempo però il governo italiano prende precauzioni per quella che è la situazione attuale la quale vide i contagi aumentare giorno per giorno. Ciò che dal 6 dicembre sarà rivisto sarà il Green pass, certificato verde che diventerà rinforzato per tutti coloro che hanno provveduto a completare il loro ciclo vaccinale o che magari abbiano un certificato di guarigione dal Covid.

 

Green pass rinforzato: cambia tutto soprattutto per i No Vax

Il nuovo documento sarà valido 9 mesi e non più 12 come prima, ma permetterà di entrare in tutti i luoghi al chiuso, di assistere a tutti gli eventi, di utilizzare i mezzi pubblici e di recarsi al lavoro.

Sarà ben diversa la situazione per chi resterà con il vecchio Green pass, ovvero coloro che effettuano tamponi periodici avendo scelto di non vaccinarsi. In questo caso l’unico luogo frequentabile sarà quello di lavoro, con il divieto di recarsi presso tutte le strutture alberghiere, ristoranti, bar, cinema, teatri, palestre e sui mezzi pubblici.