dvbt2

Sta per arrivare il passaggio alle frequenze che introdurranno l’era del DVB-T2, e i primi saranno alcuni canali Rai che passeranno quindi al nuovo standard MPEG-4. Ma come si fa a sapere se la TV è compatibile? La procedura è davvero molto semplice e richiede pochi passaggi.

In generale, tutti i televisori acquistati dopo il 1 gennaio 2017 sono compatibili con il nuovo standard e dispongono già di un sintonizzatore integrato in grado di supportare i nuovi sistemi di trasmissione.

Se hai ancora dei dubbi, puoi fare il test sintonizzandoti sui canali predisposti dal Ministero dello Sviluppo Economico e presenti a LCN 100 e 200 sul digitale terrestre. Se vedi la schermata “Test HEVC Main 10“, il tuo televisore è compatibile con HD e 4K e con i nuovi standard DVB-T HEVC Main 10.

Ecco altri metodi che potranno risultare utili

Se anche dopo la risintonizzazione non riesci a bloccare i canali, la tua TV non è compatibile e dovrai acquistarne una nuova o un decoder DVB-T2 compatibile. Nonostante i diversi rinvii che hanno consentito a molti italiani di equipaggiarsi al meglio, ci sono ancora molte persone che non hanno acquistato una TV adeguata o un decoder. Per questo, il MISE ha reso disponibile il nuovo Bonus TV di 100 Euro senza limiti ISEE.

La Rai ha gia’ annunciato il passaggio a MPEG-4 su alcuni canali, e in molti si chiedono se a partire dal prossimo ottobre potranno seguire le reti in questione.

Per verificare se il televisore è compatibile con lo standard MPEG-4, basta collegarsi a un qualsiasi canale in alta definizione (Rai 1 HD, Canale 5 HD): se riesci a vederlo, il televisore è compatibile. In alternativa vale lo stesso discorso fatto sopra.