WhatsApp

Il rapporto che si è instaurato tra le informazioni sul Covid e WhatsApp è certamente molto ambiguo. Nel corso delle precedenti settimane vi abbiamo mostrato come molti malintenzionati abbiano sfruttato l’emergenza sanitaria per dare adito ai loro subdoli tentativi di truffa.

 

WhatsApp e il Green Pass: la nuova truffa della chat

Le fake news sui Covid presenti su WhatsApp sono innumerevoli. Se sino a qualche temo fa, queste comunicazioni fasulle riguardavano l’andamento della pandemia o i vaccini, in questa fase storica i truffatori si concentrato su un topic in primo piano: i Green pass. 

Attraverso WhatsApp infatti si moltiplicano le presente conversazioni che garantiscono accesso più o meno lecito al Green pass senza aver completato il proprio ciclo di vaccinazione. Ovviamente, questi messaggi rappresentano delle vere e proprie truffe, indirizzate verso i lettori più scettici sui vaccini.

Le presunte vittime, attirate dalla promessa del Green pass, sono chiamate a cliccare su un apposito link in allegato al messaggio. Proprio qui nasce il tentativo di truffa da parte dei malintenzionati.

I cybercriminali, attraverso il link in allegato, desiderano accedere ai principali dati personali dei lettori. Una delle conseguenze per il pubblico potrebbe essere l’attivazione in automatico di servizi a pagamento sul proprio profilo tariffario. Speciaevoli inconvenienti potrebbero inoltre esserci anche per i propri risparmi.

La regola da tenere presente, anche in questo caso, su WhatsApp è: mai cadere nei tranelli dei messaggi sensazionalistici. In caso di sospetti di truffa, gli utenti devono provvedere subito a cancellare tutto il contenuto senza alcun indugio.