IPTV e pirateria ai minimi termini: scoperti 2000 utenti, multati subito

La stagione calcistica che sta partendo presenta subito una grande novità a tutti gli appassionati. Per la prima volta dopo 15 anni, Sky non avrà l’esclusiva della Serie A. Tutte le partite saranno trasmesse sui canali di DAZN. Anche in quest’anno però saranno molti gli utenti che si affideranno allo streaming IPTV. 

 

IPTV, anche con la Serie A su DAZN i rischi sono alti

Lo streaming illegale in Italia rappresenta ancora una soluzione molto popolare, specialmente per quegli abbonati che sono intenzionati a risparmiare sul loro budget mensile. Le sanzioni legate a questa tecnologia sono ancora molto aspre.

Dopo le recenti operazioni delle forze dell’ordine, molti trasgressori si sono ritrovati con multe da pagare che arrivano sino alla cifra record di 30mila euro. Per i trasgressori con recidiva, inoltre, è anche prevista la galera sino a tre anni.

Oltre alle sanzioni di tipo giuridico, gli utenti che scelgono l’IPTV devono anche considerare il pericolo delle truffe. Dato che la tecnologia streaming è spesso promossa sulle chat anonime di WhatsApp e di Telegram, tanti utenti hanno pagato un servizio senza ricevere alcunché in cambio. Il pericolo di perdere soldi è quindi molto alto.

Negli ultimi mesi si è inoltre accreditata la via dell’IPTV senza un ticket regolare per DAZN o anche per Sky attraverso i canali VPN. Di per sé, la tecnologia è legale e rappresenta uno strumento consigliassimo e facile da usare per qualsiasi utente per navigare protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attualmente in rete, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.