Microsoft, Windows 11, Windows 10, sistema operativo, update, requisiti minimi

Nei giorni scorsi, Microsoft ha pubblicato la prima beta ufficiale per Windows 11. Il colosso di Redmond conferma che il sistema operativo di nuova generazione è ancora in fase di sviluppo e nuove feature arriveranno nel corso del tempo.

Gli utenti che hanno già installato la nuova beta però hanno notato un particolare molto interessante. Tra le app di sistema preinstallate è presente anche la versione aggiornata di Microsoft Paint.

Il noto editor di immagini ha subito ha subito un processo di svecchiamento che ha completamente rinnovato il design dell’applicazione. Stando alle prime indiscrezioni, Microsoft sta lavorando per ridisegnare completamente tutte le applicazioni di sistema destinate a Windows 11.

 

Microsoft vuole svecchiare tutte le app di sistema con Windows 11

Si tratta di un processo lungo e difficile ma che permetterà di rendere il nuovo sistema operativo più fresco e user friendly. A confermare questa ipotesi c’è anche il nuovo design dell’applicazione Foto.

Il visualizzatore di fotografie integrato su Windows 11 appare diverso rispetto a quanto siamo abituati a vedere su Windows 10. Il processo di svecchiamento riguarderà tutte le principali applicazioni, quindi aspettiamoci cambiamenti anche per l’orologio, la calcolatrice, la suite di Office e anche il blocco note.

Ricordiamo che Windows 11 è attualmente in fase beta. Gli utenti che possono installare questa versione sono gli Insider, utenti consapevoli degli attuali limiti del software. Infatti, potrebbero essere presenti problemi di stabilità e compatibilità hardware.

Per questo motivo, sconsigliamo di installare il sistema operativo sulla propria macchina principale. Il nostro consiglio è quello di attendere la versione definitiva che dovrebbe fare il proprio debutto entro la fine dell’anno o al massimo nei primi mesi del 2022.