Microsoft, Windows 11, Windows 10, sistema operativo, update

Nelle scorse settimane, Microsoft ha presentato ufficialmente il nuovo Windows 11. Il sistema operativo di nuova generazione prenderà il posto di Windows 10 e il debutto ufficiale è atteso per la fine dell’anno o al massimo nei primi mesi del 2022.

In attesa di poter scoprire con certezza su quali device il sistema operativo sviluppato a Redmond girerà senza problemi, Microsoft ha pubblicato la prima beta ufficiale. Come sempre in questi casi, si tratta di una build dedicata agli Insiders, gli sviluppatori che devono prendere confidenza con l’OS.

In precedenza, gli utenti potevano installare la versione Developer Preview, ma con l’arrivo della Beta cambia qualcosa. Infatti, se la prima versione poteva presentare bug e problemi, questa nuova release è più stabile.

 

Microsoft ha rilasciato la prima beta di Windows 11 dopo la Developer Preview

Gli utenti interessati a provare tutte le novità di Windows 11 possono iscriversi al programma Insider e scaricare la build. Per farlo è sufficiente recarsi nelle Impostazioni, cliccare sulla scheda Aggiornamento e Sicurezza e selezionare Programma Windows Insider.

Una volta diventati sviluppatori, sarà possibile procedere all’installazione della nuova versione del sistema operativo e scoprirne tutte le funzionalità. Nonostante la beta sia abbastanza stabile, non si tratta di un software definitivo. Potrebbero sempre esserci dei problemi di compatibilità che possono rendere il PC instabile.

Se siete disposti ad affrontare questi potenziali problemi allora potete procedere con l’installazione. Tuttavia, il nostro consiglio è quello di effettuare la prova su un device secondario e non sul vostro dispositivo principale proprio per evitare la perdita di dati importati a causa dei possibili crash di sistema.